Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Non sappiamo ancora chi vincerà il Giro d’Italia, quest’anno più che mai è complicato fare pronostici poiché sono veramente tanti i big presenti. Sicuramente, il vero vincitore del Giro d’Italia 2011 sarà il gran patron Angelo Zomegnan. Il Direttore del Giro ogni anno ci propone delle “novità”, termine che lui adora e adora soprattutto concretizzarlo, serve a dare sempre nuova verve alla corsa rosa che, anno dopo anno, acquisisce sempre maggior prestigio internazionale.

Quando ha preso in mano lui il Giro, erano anno in cui le formazioni straniere al via si contavano quasi sulle dita di una mano e in cui i campioni stranieri snobbavano la corsa del bel Paese. Sotto la sua direzione i successi sono andati a campioni del calibro di Savoldelli, Basso, Di Luca, Contador, Menchov.

Zomegnan ha subito voluto ringiovanire lo staff Rcs. Questa operazione, in linea con ciò che accade nel resto delle grandi organizzazioni europee, è stata vista male da parte di qualche collaboratore che ha giudicato male queste scelte, quasi mettendo tutto sul piano personale, evidenziando “l’ingratitudine” del patron verso chi ha ricoperto per tanti anni un incarico.

Zomegnan: comunque vada, il vero vincitore sarà lui

Non sappiamo ancora chi vincerà il Giro d’Italia, quest’anno più che mai è complicato fare pronostici poiché sono veramente tanti i big presenti. Sicuramente, il vero vincitore del Giro d’Italia 2011 sarà il gran patron Angelo Zomegnan. Il Direttore del Giro ogni anno ci propone delle “novità”, termine che lui adora e adora soprattutto concretizzarlo, serve a dare sempre nuova verve alla corsa rosa che, anno dopo anno, acquisisce sempre maggior prestigio internazionale.

Quando ha preso in mano lui il Giro, erano anno in cui le formazioni straniere al via si contavano quasi sulle dita di una mano e in cui i campioni stranieri snobbavano la corsa del bel Paese. Sotto la sua direzione i successi sono andati a campioni del calibro di Savoldelli, Basso, Di Luca, Contador, Menchov.

Zomegnan ha subito voluto ringiovanire lo staff Rcs. Questa operazione, in linea con ciò che accade nel resto delle grandi organizzazioni europee, è stata vista male da parte di qualche collaboratore che ha giudicato male queste scelte, quasi mettendo tutto sul piano personale, evidenziando “l’ingratitudine” del patron verso chi ha ricoperto per tanti anni un incarico.

Non si tratta di gratitudine o ingratitudine, si tratta solamente di avere persone giovani e sempre motivate. E’innegabile che dopo tanti anni, l’entusiasmo e le motivazioni scemano e con loro il rendimento.

“Novità” è il termine che Zomegnan usa di più, contrariamente al solito modus operandi del ciclismo che prevede di non cambiare ciò che non va male, il che non vuol dire che vada bene, Zomegnan è sempre propenso a proporre cose nuove.

C’è chi giura che anche per quest’anno le novità e le sorprese saranno tante, al fine di fornire agli appassionati un prodotto sempre più appetibile e moderno.

Complimenti ed in bocca al lupo, Direttore, comunque vada … sarà un successo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow