Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Tra nove giorni andrà in scena una delle sfide più importanti sfide di questa campagna elettorale, che vedrà contrapposti Renzo Zanchetta e Raffaele Carlesso per la guida del comitato veneto. L’importanza del duello non è solo perché il Veneto è una delle regioni traino dell’Italia ciclistica, ma anche per l’elevato valore per così dire simbolico della partita. Renzo Zanchetta è un dirigente preparato, che arriva dalla base che da organizzatore ha dato vita ad una delle più belle gare del panorama ciclistico dilettantistico e che sulla carta d’identità ha circa 20 anni meno del suo avversario.

Veneto: Carlesso in vantaggio, Zanchetta rischia di perdere per la patente di dirocchiano

Tra nove giorni andrà in scena una delle sfide più importanti sfide di questa campagna elettorale, che vedrà contrapposti Renzo Zanchetta e Raffaele Carlesso per la guida del comitato veneto. L’importanza del duello non è solo perché il Veneto è una delle regioni traino dell’Italia ciclistica, ma anche per l’elevato valore per così dire simbolico della partita. Renzo Zanchetta è un dirigente preparato, che arriva dalla base che da organizzatore ha dato vita ad una delle più belle gare del panorama ciclistico dilettantistico e che sulla carta d’identità ha circa 20 anni meno del suo avversario.

Per noi ce ne sarebbe già a sufficienza per attribuire a lui la preferenza, ma le società venete non la pensano così. Zanchetta paga la patente di Dirocchiano (forse senza esserlo veramente) ottenuta nel momento più sbagliato.

 

I dati danno Carlesso in netto vantaggio, più o meno come avvenne in Lombardia nel marzo scorso, qualcosa potrebbe ancora cambiare nei prossimi giorni, ma per Zanchetta sembra essere veramente difficile, tant’è che qualcuno del suo entourage gli avrebbe anche consigliato il ritiro della candidatura in cambio di un posto in consiglio federale, che ovviamente con i voti di Carlesso sarebbe un posto certo e commisurato alle capacità di Zanchetta.

Al di là della battaglia veneta sarà importantissimo il segnale che verrà dato in proiezione nazionale, come già detto, Zanchetta si è messo sul petto la medaglia di dirocchiano, mentre Carlesso è l’antidirocchiano per antonomasia, nello specifico legatissimo all’altro candidato alla presidenza Davide D’Alto. Gli altri due candidati, Marchegiano e Santi, sembrano invece parteggiare per Zanchetta forse spinti dalle motivazioni che spingerebbero anche noi a votare per il dirigente di San Vendemiano.

La strada di avvicinamento all’assemblea regionale è ancora lunga e tortuosa e sicuramente ci riserverà ancora qualche sorpresa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow