Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

C’era una volta un giornalista integerrimo prestato alla direzione del Giro d’Italia. Uno a cui appena pronunciavi la parola "UCI" veniva l’orticaria, uno che tutto quel che pensava diceva in modo anche duro e diretto. Oggi quella persona non c’è più, ce n’è una con generalità e aspetto fisico identici, ma assai più attenta al politically correct, a non dire nulla contro l’UCI, che prima odiava, e a braccetto con il presidente Di Rocco che rappresenta l’esatto opposto di ciò che rappresentava colui di cui stiamo parlando.

Ufficio Stampa della FCI, un incarico assegnato … nel nome del padre

C’era una volta un giornalista integerrimo prestato alla direzione del Giro d’Italia. Uno a cui appena pronunciavi la parola “UCI” veniva l’orticaria, uno che tutto quel che pensava diceva in modo anche duro e diretto. Oggi quella persona non c’è più, ce n’è una con generalità e aspetto fisico identici, ma assai più attenta al politically correct, a non dire nulla contro l’UCI, che prima odiava, e a braccetto con il presidente Di Rocco che rappresenta l’esatto opposto di ciò che rappresentava colui di cui stiamo parlando.

Avrete capito che il soggetto in questione è Angelo Zomegnan.

Infatti, se alla direzione del Giro ha avuto, fino alla sua cacciata, carta bianca su tutto, nella direzione dei Mondiali ci sembra che abbia il guinzaglio molto corto e che debba sempre rendere conto al suo diretto superiore, Renato Di Rocco. Nulla di male in tutto questo, ma per chi si ricorda il “vecchio” Zom qualcosa non torna.

Così come non torna il cambio della guardia alla gestione dell’Ufficio Stampa Federale. Da due anni infatti, l’importante ruolo era svolto con onore dalla AT Comunication, agenzia facente capo ad Alessandro Tegner, fedelissimo di Paolo Bettini e che cura, tra gli altri, le pubbliche relazioni per la Omega Pharma e il Giro di Polonia.

Cosa ci sia alla base di questo cambio di rotta non è dato a sapere, anche perché la AT Comunication ha sempre lavorato con professionalità e scrupolo come testimoniano gli oltre 12 anni al fianco di Patrick Lefevre e della Quick Step, ora Omega.

Capire chi c’è dietro al nuovo ufficio stampa, curato dalla InnovAtion11, potrebbe però aiutare a comprendere meglio le ragioni del cambio. Project Leader dell’agenzia è tale Giulia Zomegnan, classe 89 e figlia del ben più noto Angelo.

Il dubbio che l’incarico alla InnovAtion11 possa comprendere, a carico della FCI, parte del compenso dovuto ad Angelo Zomegnan da parte della Mondiali 2013 ha contagiato diverse persone. Noi non sappiamo cosa ci sia dietro, ma di certo la vicenda poteva essere gestita molto meglio.

Sebbene le norme federali, cambiate nell’assemblea di Bologna, consentano al Presidente tutto questo, crediamo che nell’interesse delle casse federali sarebbe stato opportuna una gara pubblica tra i soggetti interessati. Ci vengono in mente, tra gli altri, la Vitesse di Maurizio Evangelista, la Pubbliweb Italia, la stessa AT Comunication, la Lauta di Gabriele Sola o la Start Comunication di Livio Iacovella, tutti soggetti che operano da anni e con successo nel mondo del ciclismo  Una gara al ribasso tra queste agenzie avrebbe consentito di avere dei professionisti seri, come lo sono sicuramente anche quelli di InnovAtion11, esperti di ciclismo e ad un prezzo vantaggioso per la FCI, il tutto condito con un po’ di trasparenza, che quando si parla di cifre importanti non guasta mai.

Già, ma quando i conflitti d’interesse sono così numerosi la trasparenza è un ostacolo da aggirare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow