Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Era il lontano 2005 quando arrivò il secondo articolo fuori dal coro della storia di Ciclismo-online. Il primo fu sul Giro Donne e sulla messa fuori corsa di metà gruppo con l’altra metà, tranne le prime 10, che andava al traino. Il secondo fu sulla poca sicurezza al Giro di Toscana Donne e la bizzarra espulsione di Olivia Gollan, colpevole di aver protestato per numerose carenze organizzative.

Questa sera leggiamo su cicloweb il racconto di fatti molto simili a quelli che raccontammo noi otto anni fa. Se ciò che Francesco Sulas descrive nell’articolo fosse vero, come crediamo, sarebbe l’ennesima prova dell’immobilità della Federazione. Sentendo alcune atlete pare che questa situazione si verifichi tutti gli anni.

Toscana Donne: sono passati otto anni e nulla è migliorato, questa corsa è lo specchio della FCI

Era il lontano 2005 quando arrivò il secondo articolo fuori dal coro della storia di Ciclismo-online. Il primo fu sul Giro Donne e sulla messa fuori corsa di metà gruppo con l’altra metà, tranne le prime 10, che andava al traino. Il secondo fu sulla poca sicurezza al Giro di Toscana Donne e la bizzarra espulsione di Olivia Gollan, colpevole di aver protestato per numerose carenze organizzative.

Questa sera leggiamo su cicloweb il racconto di fatti molto simili a quelli che raccontammo noi otto anni fa. Se ciò che Francesco Sulas descrive nell’articolo fosse vero, come crediamo, sarebbe l’ennesima prova dell’immobilità della Federazione. Sentendo alcune atlete pare che questa situazione si verifichi tutti gli anni.

 

Qualcuno ci accusa superficialmente di avercela con il presidente Di Rocco(nella foto con l’organizzatore del Toscana Donne, Brunello Fanini), noi non ce l’abbiamo con nessuno per partito preso, semplicemente non ci piacciono le persone che non sono in grado di risolvere problemi banali e se ne disinteressano. Non è possibile che in otto anni non si sia riusciti a garantire la sicurezza delle atlete. Non è possibile !

Non crediamo che spetti al presidente in persona risolvere questo tipo di problemi, per carità, però dovrebbe dare ai suoi collaboratori i giusti input e verificare periodicamente gli obiettivi raggiunti e in caso di mancato raggiungimento prenderli metaforicamente a calci nel sedere.

Invece, non abbiamo notizie di un suo simile atteggiamento. Lui non vuole problemi e sfugge da ogni cosa che possa creargli turbamento forte del fatto che tutto passa, tutto si dimentica e che le cose che contano sono ben altre.

Capita a tutti di avere dei problemi, ma alla base di ogni cosa ci dovrebbe essere il desiderio di superarli. Il Giro di Toscana, in otto anni, non è migliorato di una virgola e a nessuno sembra importare qualcosa.

Questo è il ciclismo di oggi, il ciclismo che piace a qualcuno, ma che noi non riusciamo proprio a farci digerire.  

Ecco l’articolo di otto anni fa: http://www.ciclismo-online.it/girotoscanadonne.htm 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow