Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

La torta in faccia di oggi è per il Collegio di Giuria presente al Giro d’Italia. Nella giornata di ieri, i commissari sono stati molto rigidi e severi nei confronti di Jerome Pineau, vittima di una foratura mentre si trovava in testa alla corsa, Luca Scinto, dimostrando molta sportività, ha provato, come spesso accade a tenere nella scia dell’ammiraglia ISD lo sfortunato corridore francese, il commissario in moto, come sottolineato da numerosi commentatori Rai, si è sbracciato e ha invitato il Diesse della Farnese – Neri a non dare la scia al francese della Quick Step. Questa fiscalità, a termini di regolamento, è corretta dal momento che non sono previste deroghe alle norme in caso di guai meccanici. Nella frazione odierna, però, ad essere vittima di una caduta è stato il portacolori dell’Acqua & Sapone Stefano Garzelli e il comportamento della giuria è stato totalmente diverso rispetto a quello registrato ieri quando la vittima era il francese Pineau. A Garzelli è stato consentito di percorrere centinaia di metri in scia alla sua ammiraglia, di riportarsi in coda alle ammiraglie, di superarne alcune sulla corsia di sinistra, e poi, accompagnato da un’altra ammiraglia di rientrare in gruppo.

TORTA IN FACCIA alla … Giuria del Giro

La torta in faccia di oggi è per il Collegio di Giuria presente al Giro d’Italia. Nella giornata di ieri, i commissari sono stati molto rigidi e severi nei confronti di Jerome Pineau, vittima di una foratura mentre si trovava in testa alla corsa, Luca Scinto, dimostrando molta sportività, ha provato, come spesso accade a tenere nella scia dell’ammiraglia ISD lo sfortunato corridore francese, il commissario in moto, come sottolineato da numerosi commentatori Rai, si è sbracciato e ha invitato il Diesse della Farnese – Neri a non dare la scia al francese della Quick Step. Questa fiscalità, a termini di regolamento, è corretta dal momento che non sono previste deroghe alle norme in caso di guai meccanici. Nella frazione odierna, però, ad essere vittima di una caduta è stato il portacolori dell’Acqua & Sapone Stefano Garzelli e il comportamento della giuria è stato totalmente diverso rispetto a quello registrato ieri quando la vittima era il francese Pineau. A Garzelli è stato consentito di percorrere centinaia di metri in scia alla sua ammiraglia, di riportarsi in coda alle ammiraglie, di superarne alcune sulla corsia di sinistra, e poi, accompagnato da un’altra ammiraglia di rientrare in gruppo. Il varesino ha avuto un enorme vantaggio da questa azione, tant’è che i suoi compagni di squadra, che si erano fermati per aiutarlo, che non sono riusciti ad entrare immediatamente in scia della macchina non sono neppure rientrati in gruppo. Garzelli è stato sanzionato solo per il rifornimento irregolare che la sua ammiraglia gli ha dato probabilmente con il solo scopo di lanciarlo dentro il gruppo con la tradizionale azione della “retropusset”. Insomma, non è chiaro quale infrazione sia consentita e quale vietata e soprattutto chi è autorizzato a violare le norme e chi invece non lo può fare, un po’ di coerenza da parte di questa giuria non guasterebbe.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow