Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

La torta in faccia di oggi vogliamo darla allo staff tecnico della Lampre. Roberto Damiani, qualche giorno fa, è stato definito da un giornalista RAI il Mourinho del ciclismo. L’uomo di Setubal, plurivittorioso con Porto, Chelsea, Inter e Real Madrid, ha il grosso pregio non lasciarsi mai ingolosire e di puntare sempre solo al risultato finale. I tifosi neroazzurri ricorderanno sicuramente Barcellona – Inter dello scorso anno con la formazione italiana costretta per quasi 90 minuti nella propria metà campo, ma che alla fine ha raggiunto la finalissima per poi battere il Bayer Monaco nella finalissima di Madrid. La morale di questo esempio calcistico è che quando si è inferiori è meglio limitare i danni nell’attesa di episodi favorevoli.

Per quanto mostrato oggi, Roberto Damiani non può essere il Mourinho del ciclismo: Scarponi è sulla carta nettamente inferiore a Contador.

TORTA IN FACCIA a … Roberto Damiani

La torta in faccia di oggi vogliamo darla allo staff tecnico della Lampre. Roberto Damiani, qualche giorno fa, è stato definito da un giornalista RAI il Mourinho del ciclismo. L’uomo di Setubal, plurivittorioso con Porto, Chelsea, Inter e Real Madrid, ha il grosso pregio non lasciarsi mai ingolosire e di puntare sempre solo al risultato finale. I tifosi neroazzurri ricorderanno sicuramente Barcellona – Inter dello scorso anno con la formazione italiana costretta per quasi 90 minuti nella propria metà campo, ma che alla fine ha raggiunto la finalissima per poi battere il Bayer Monaco nella finalissima di Madrid. La morale di questo esempio calcistico è che quando si è inferiori è meglio limitare i danni nell’attesa di episodi favorevoli.

Per quanto mostrato oggi, Roberto Damiani non può essere il Mourinho del ciclismo: Scarponi è sulla carta nettamente inferiore a Contador. Per questo motivo, non abbiamo affatto condiviso la scelta di fare tirare gli uomini Lampre per quasi metà gara, ricucendo sulla fuga e fornendo così a Contador l’occasione per scattare nei denti a Scarponi, vincere la tappa e prendere pure i 20 secondi di abbuono. Vista che Scarponi non è certamente il favorito rispetto a Contador (come la strada ha dimostrato), una tattica un po’ più attendista da parte della Lampre non avrebbe guastato. Probabilmente, Contador sarebbe scattato comunque, anche con una fuga numerosa in atto, e sicuramente avrebbe comunque staccato Scaponi & c., ma sicuramente in questo modo la Lampre gli ha steso il tappeto rosso, consentendogli di sfruttare l’enorme lavoro fatto. In poche parole: la Lampre lavora, Contador vince.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow