Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

La torta in faccia di oggi se la è aggiudicata Luca Scinto, Direttore Sportivo della Farnese – Neri. Questa simpatica squadra ci ha abituati a dare battaglia su ogni terreno e il suo tecnico spesso cerca soluzioni tattiche al di fuori dei tradizionali standard che talvolta si rivelano vincenti. Nella giornata odierna, però, la tattica scelta dalla formazione giallo fluo non ci è piaciuta. Come era prevedibile, è andata via una fuga, partita al chilometro 6, ma i portacolori della Farnese si sono fatti sorprendere non riuscendo ad inserirsi nell’attacco di giornata.

A circa metà gara, Scinto ha così deciso di mettere dapprima qualche uomo poi praticamente tutta la squadra per condurre il gruppo all’inseguimento dei coraggiosi. L’impresa è stata tutt’altro che facile dal momento che l’ultimo dei battistrada è stato ripreso a soli due chilometri dall’arrivo e lo stesso Scinto si è lamentato pubblicamente, ai microfoni di Rai Tre, del fatto che nessun’altra squadra andasse in testa al gruppo a dare loro una mano a chiudere il gap.

TORTA IN FACCIA a … Luca Scinto

La torta in faccia di oggi se la è aggiudicata Luca Scinto, Direttore Sportivo della Farnese – Neri. Questa simpatica squadra ci ha abituati a dare battaglia su ogni terreno e il suo tecnico spesso cerca soluzioni tattiche al di fuori dei tradizionali standard che talvolta si rivelano vincenti. Nella giornata odierna, però, la tattica scelta dalla formazione giallo fluo non ci è piaciuta. Come era prevedibile, è andata via una fuga, partita al chilometro 6, ma i portacolori della Farnese si sono fatti sorprendere non riuscendo ad inserirsi nell’attacco di giornata.

A circa metà gara, Scinto ha così deciso di mettere dapprima qualche uomo poi praticamente tutta la squadra per condurre il gruppo all’inseguimento dei coraggiosi. L’impresa è stata tutt’altro che facile dal momento che l’ultimo dei battistrada è stato ripreso a soli due chilometri dall’arrivo e lo stesso Scinto si è lamentato pubblicamente, ai microfoni di Rai Tre, del fatto che nessun’altra squadra andasse in testa al gruppo a dare loro una mano a chiudere il gap. Questo importante lavoro è stato svolto per Oscar Gatto, atipico velocista padovano della Farnese, il quale ha però concluso la prova in trentasettesima posizione, ben lontano dalla vittoria o da un piazzamento.

A nostro avviso, non essendo Gatto un velocista di primo piano, come ad esempio Petacchi, la Farnese avrebbe dovuto fare il possibile per inserire un proprio portacolori nella fuga, facendo così riposare la squadra e tenendo Gatto come soluzione in caso di arrivo allo sprint, evitando però di caricare di eccessive responsabilità il giovane velocista. Ogni tanto, quando non si ha il favore del pronostico, non è affatto disonorevole sfruttare il lavoro altrui.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow