Tag Archivi: striscialanotizia

“Striscia la Notizia”: un altro “pentito” racconta il doping nel ciclismo

“Striscia la Notizia” è tornata a parlare di doping nel ciclismo, come avevamo previsto, sarebbe stato consigliabile un atteggiamento molto più cauto da parte degli organi federali e parafederali onde evitare uno scontro frontale con il colosso di Antonio Ricci.

“Striscia” è stata, nella giornata di ieri, 19 novembre, la trasmissione più vista in assoluto. Nella puntata, seguita da 5.911.000 spettatori per uno share del 21,26 %, Max Laudadio ha intervistato un altro “pentito”, questa volta con accento piemontese, ha evidenziato quali sono, secondo lui, i metodi per eludere i controlli antidoping. Ha parlato di una flebo di bicarbonato fatta prima del controllo, oppure di un chicco di riso sul pene che “filtrerebbe” l’urina.

Leggi Articolo »

Caso “Striscia”: Scaglia risponde al “pentito”, ma va fuori tema

L’avvocato Federico Scaglia dell’ACCPI, al microfono di “Striscia la Notizia”, ha replicato alle affermazioni del pentito. Sicuramente Scaglia è stato molto bravo ad esporre i numeri che testimoniano come, a livello professionistico, nel ciclismo vengano fatti controlli in gara e soprattutto fuori gara, è stata ribadito che i corridori sono soggetti alla reperibilità 365 giorni all’anno e che il costo dei controlli grava sui corridori stessi, sui gruppi sportivi e sugli organizzatori. Scaglia, intervistato da Max Laudadio, ha poi invitato tutti i telespettatori ad andare a vedere una corsa ciclistica, sottolineando che il ciclismo è gratuito. Complimenti per il bello spot del nostro amato sport, ma qualcosa non torna.

Il “pentito” aveva parlato di ragazzini, di juniores, di dilettanti e di amatori, cosa c’entrano quindi i professionisti ? Nulla, ma è stata comunque un bella pubblicità.

Leggi Articolo »

Tutti si chiedono chi è il “pentito”. Noi rispondiamo “chissinefrega” !

In questi giorni, dopo il servizio di “Striscia la Notizia” andato in onda il 2 novembre scorso  nell’ambiente ciclistico si sente una sola domanda:”chi è il pentito ?” Noi a questa domanda rispondiamo con un bel “chissenefrega”. Poco ci importa che si tratti di Gino, di Michele, di Gennaro o di Luis, quello su cui tutti ci si dovrebbe concentrare sul contenuto delle sue affermazioni.

Il “pentito” non ha generalizzato, come ha fatto il Procuratore Antidoping del CONI Ettore Torri, ha detto semplicemente quello  che qualcuno, non tutti, mettono in atto. Ci pare che l’uso sistematico del medicinale da parte della squadra sia anche quanto è emerso dall’inchiesta Bani. Il giovane atleta ha infatti riferito di avere ricevuto dalla squadra alcuni medicinali, a dire della squadra, leciti.

Il “pentito” ha evidenziato come il numero dei controlli nella categoria Juniores sia estremamente basso. Quest’affermazione ci è stata ripetuta a più riprese da persone addentro a questa categoria che lamentavano una carenza di controlli.

Leggi Articolo »

Il mondo del ciclismo contro “Striscia” e Antonio Ricci

Ha scatenato una vera e propria bufera il servizio mandato in onda da “Striscia la Notizia” nella serata di ieri nella quale Max Laudadio ha intervistato un “pentito” che ha spiegato come, a dir suo, il sistema doping sia estremamente radicato nel ciclismo, anche a livello giovanile.

Il “pentito” ha chiamato in causa il Presidente Di Rocco, accusato di chiudere gli occhi su questo aspetto. ACCPI, Federazione e Procura Federale hanno reagito contro il TG satirico, campione di ascolti, delle reti Mediaset.

L’ACCPI ha preteso una smentita, ma smentita di cosa ? Al massimo “Striscia” potrà concedere il diritto di replica. Nella sua lettera, l’ACCPI parla di giornalismo d’inchiesta, dimenticando che “Striscia” non è una testata giornalistica, ma un programma satirico.

Leggi Articolo »

Davanti a 6.430.000 spettatori il “pentito” accusa Di Rocco: il Presidente tace.

Non c’è proprio pace per il ciclismo, dopo le dichiarazioni di Ettore Torri che aveva detto senza mezzi termini che tutti i ciclisti sono dopati, ieri sera, il TG satirico di Canale 5, Striscia la Notizia, ha ospitato un corridore “pentito” che ha fatto uso di sostanze dopanti e che ora, per motivi di salute, non ne fa più uso.

Il programma di Antonio Ricci è stato seguito da 6.423.000 spettatori con uno share del 21,06 %. Il pentito, con chiaro accento toscano, al microfono del bravo Max Laudadio, ha puntato l’indice contro il Presidente Di Rocco, dicendo senza giri di parole:” Il problema di base è che il Presidente della Federazione Ciclistica, Di Rocco, chiuda gli occhi su questa situazione, perché in una stagione intera di corse i controlli non ci sono: tre, quattro controlli al massimo”.

Finalmente Di Rocco è arrivato a trasmissioni di primo piano del panorama televisivo, anche se forse non è stato trattato così bene come si aspettava.

Leggi Articolo »

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow