Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Ultimo atto per i Sondaggioni 2011, anche se sarebbe il caso di dire penultimo atto. Tutte le categorie sono ora formate da solo cinque contendenti che si sfideranno sul giudizio del pubblico fino a mercoledì 28 dicembre e, come da tradizione, l’ultimo giorno dell’anno sarà reso pubblico il verdetto del Grand Jury, giuria di venti esperti che andrà a sommare i propri punteggi a quelli ottenuti dal pubblico, decretando così il vincitore de “I Sondaggioni” 2011. Per lo scettro del miglior corridore del mondo, sarà una sfida a tre tra Philippe Gilbert, Michele Scarponi e Alberto Contador un po’ più attardato. In Italia dominio di Michele Scarponi che precede di 20 punti Vincenzo Nibali, molto più attardati tutti gli altri. Tra le donne, testa a testa tra Emma Pooley e Marianne Vos con Giorgia Bronzini in terza battuta. La piacentina guida però la classifica delle italiane precedendo Valentna Scandolara. Bellissima ed avvincente la sfida tra gli Under 23 con Moser e Battaglin praticamente appaiati, Aru e Puccio leggermente più indietro. Il dominio di Matteo Cigala tra gli Juniores viene un po’ contrastato dall’amico Davide Martinelli che però conquistando il successo nell’ultima settimana potrebbe riaprire i giochi proprio con il Grand Jury.

Sondaggioni all’atto finale

Ultimo atto per i Sondaggioni 2011, anche se sarebbe il caso di dire penultimo atto. Tutte le categorie sono ora formate da solo cinque contendenti che si sfideranno sul giudizio del pubblico fino a mercoledì 28 dicembre e, come da tradizione, l’ultimo giorno dell’anno sarà reso pubblico il verdetto del Grand Jury, giuria di venti esperti che andrà a sommare i propri punteggi a quelli ottenuti dal pubblico, decretando così il vincitore de “I Sondaggioni” 2011. Per lo scettro del miglior corridore del mondo, sarà una sfida a tre tra Philippe Gilbert, Michele Scarponi e Alberto Contador un po’ più attardato. In Italia dominio di Michele Scarponi che precede di 20 punti Vincenzo Nibali, molto più attardati tutti gli altri. Tra le donne, testa a testa tra Emma Pooley e Marianne Vos con Giorgia Bronzini in terza battuta. La piacentina guida però la classifica delle italiane precedendo Valentna Scandolara. Bellissima ed avvincente la sfida tra gli Under 23 con Moser e Battaglin praticamente appaiati, Aru e Puccio leggermente più indietro. Il dominio di Matteo Cigala tra gli Juniores viene un po’ contrastato dall’amico Davide Martinelli che però conquistando il successo nell’ultima settimana potrebbe riaprire i giochi proprio con il Grand Jury.

Tra i Diesse è testa a testa tra Luca Scinto, che guida, e Roberto Damiani che insegue. Tra i Team Manager sempre leader è Gianni Savio che ha ulteriormente distanziato Giuseppe Saronni della Lampre, molto più attardato Angelo Citracca della Farnese. Tra le Aziende sponsor prima è la Lampre, tallonata dalla Liquigas, un po’ più staccata la Androni Giocattoli. Dominio piemontese tra i politici sportivi: Gianni Vietri ha fatto fino ad ora il pieno di voti, al secondo posto, distanziato, Rocco Marchegiano, terzo Sandro Tuvo. Con l’eliminazione a sorpresa di Davide Cassani nell’ultima settimana, si riaprono tutti i giochi per i giornalisti e opinionisti. Il campione in carica Silvio Martinello precede di soli 3 punti Paolo Savoldelli, di 8 Marco Pastonesi, e di 9 Andrea Di Luca. Leggermente più attardato il bravo Francesco Pancani. Tra gli speaker, eliminato a sorpresa Alessandro Brambilla, restano in gara tutti coloro che hanno svolto nell’ultimo anno e mezzo questo compito per la Rcs Sport. Stefano Bertolotti, che ha fatto il pieno di voti, è leader, inseguito dal suo compagno di viaggio nel Giro 2011, Paolo Mei, al terzo posto appaiati, le voci del Giro 2010, Zoran Filicic e Barbara Pedrotti, leggermente più attardato la voce delle granfondo e della Tirreno 2011, Paolo Mutton. Testa a testa tra i procuratori: A&J precede di soli 5 punti la Sportfixing dell’amico Raimondo Scimone, terzo posto per la Rivolta Management di Beppe Rivolta, più dietro Fabio Perego. Accogliamo con piacere l’ingresso nei cinque, seppur lontano dal vertice, di uno storico procuratore: Mauro Battaglini. Tra i fotografi guida l’obiettivo rosa di Fabiano Ghilardi, tallonato ad un solo punto, da Riccardo Scanferla, terzo un altro obiettivo a tinte rosa: Flaviano Ossola. Restano in gara Roberto Bettini e GianFranco Soncini. Tra i siti web italiani, eliminato a sorpresa Tuttobiciweb, al comando della classifica troviamo Ciclonet di Giovanni Giacomazzi, seguito da Ciclismoinrosa e da Ciclismoweb. Presente nei cinque, anche se molto attardato in classifica il sito campione in carica Newsciclismo. Tra i siti stranieri comanda Cyclingnews su Biciciclismo. A sorpresa, tra gli organizzatori è stata eliminata da S.C. Alfredo Binda fermatasi al sesto posto nell’ultima settimana di votazione. Al comando la Mobili Lissone, organizzatrice della Coppa Agostoni, seguita dal Gs Emilia di Adriano Amici, terza la Monviso – Venezia del senatore Michelino Davico. Tra i direttori di organizzazione CCP guida il larcianese Bruno Ferrali, secondo un po’ distanziato Angelo Francini del Brixia Team, terzo Raffaele Babini della Rcs. Eliminato a sorpresa il campione in carica Adriano Amici.  Marco Grassi di Cicloweb guida la categoria dei giornalisti locali e web, seguito da Andrea Fin, terzo il piemontese Franco Bocca, quarto il campione in carica Sergio Gianoli. Tra i programmi televisivi leadership di Daniele Ciampi e Video Jenny, al secondo posto Danilo Gioia, terza Radiocorsa di Rai Sport.  Tra i commissari stranieri guida sempre nettamente il belga Pascal Eeckhout, davanti al croato Bruno Valcic e al giunonico francese Joel Alies. Mauro Aristei comanda tra i commissari internazionali italiani, davanti alla lombarda Rossella Bonfanti e al mitico Gianni Meraviglia. Successo praticamente schiacciante di Valeria Laguzzi nella categoria dei componenti di giuria. Testa a testa tra i giudici d’arrivo con Bruno Batelli che precede Paolo Galaverna, oltre al giovane bresciano Stefano Sabbadini, nei cinque anche due “mostri storici” quali Antonio Penati e Albino Bertazzon. Con l’eliminazione del campione in carica, Luca Botta, tra i giudici in moto leader è il lunigiano Paolo Fabbri, seguito da Stefania Muggiolu.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow