Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Come era previsto, la FCI ha lanciato sosdoping@federciclismo.it, indirizzo mail dedicato alle segnalazioni su casi riguardanti il doping.

Una casella mail è creabile in circa un minuto di tempo, oltre che estremamente lenti, i signori della Federazione vogliono farci credere che questa pensata aiuterà a risolvere i problemi del doping: falso.

Innanzitutto, occorre dire che non si tratta di una sorta di “telefono amico” a cui confidare i segreti più nascosti, ma si tratta di uno strumento di denuncia, infatti, saranno prese in considerazione esclusivamente le comunicazioni firmate e contenenti tutte le coordinate del mittente che facciano riferimento a fatti, atti e persone, chiari e specificati.

Crediamo davvero che una casella mail basti per rompere l’omertà che regna in qualsiasi ambiente su temi scottanti come quello del doping  per il ciclismo?

Riuscirà sosdoping@federciclismo.it a rompere l’omertà sul tema doping ? Secondo noi, No.

Come era previsto, la FCI ha lanciato sosdoping@federciclismo.it, indirizzo mail dedicato alle segnalazioni su casi riguardanti il doping.

Una casella mail è creabile in circa un minuto di tempo, oltre che estremamente lenti, i signori della Federazione vogliono farci credere che questa pensata aiuterà a risolvere i problemi del doping: falso.

Innanzitutto, occorre dire che non si tratta di una sorta di “telefono amico” a cui confidare i segreti più nascosti, ma si tratta di uno strumento di denuncia, infatti, saranno prese in considerazione esclusivamente le comunicazioni firmate e contenenti tutte le coordinate del mittente che facciano riferimento a fatti, atti e persone, chiari e specificati.

Crediamo davvero che una casella mail basti per rompere l’omertà che regna in qualsiasi ambiente su temi scottanti come quello del doping  per il ciclismo?

Se troviamo una persona desiderosa di denunciare, con tanto di firma, fatti chiari e specifici che riguardano persone, pensiamo che quest’ultimo sia frenato solo dalla mancanza di un’apposita casella e-mail ?

A nostro avviso, fosse esistito uno sportivo desidero di denunciare fatti di sua conoscenza, avrebbe tranquillamente potuto inviare una mail a organidigiustizia@federciclismo.it oppure mandare una comunicazione formale indirizzata all’Avvocato Santilli.

L’istituzione di un’apposita casella e-mail dovrebbe servire per garantire l’anonimato a chi è a conoscenza di fatti specifici, ma che per timore di ritorsioni ha paura di rivelarli. In questo caso, sarebbe sufficiente consentire di fare denunce circostanziate anche in forma anonima per fornire alla Procura Federale una base su cui indagare e verificare la fondatezza delle segnalazioni.

Non sarebbe, ovviamente, sufficiente scrivere che Tizio fa uso di doping, tutto dovrebbe essere documentato e provato, anche in forma anonima. Solo in questo caso, le persone sarebbero realmente invogliate ad utilizzare questo strumento per il bene del ciclismo.

Dato che in entrambi i casi le informazioni segnalate devono essere verificate dagli organi della Federazione, non comprendiamo che differenza ci sia tra verificare una segnalazione circostanziata anonima e una segnalazione circostanziata firmata.

Forse, l’unica differenza sta nel numero delle segnalazioni e quindi nell’efficacia dello strumento. Attendiamo, tra un anno, di sapere quanti tesserati saranno stati squalificati grazie a questo sistema e solo allora potremo veramente dire se si tratta di uno strumento utile oppure solo di becera propaganda sulle spalle del ciclismo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow