Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Con l’avvento di Angelo Zomegnan alla guida di Rcs Sport, il marketing ha giustamente assunto un ruolo sempre più importante nell’organizzazione ciclistica ed in effetti il Giro d’Italia ha decisamente cambiato marcia rispetto al passato e l’attuale gestione (per attuale intendiamo anche quella di Zomegnan) non è assolutamente paragonabile con il passato e il gap tra la Rcs e gli altri organizzatori è ancora aumentato.

Se tutto questo lavoro fino ad oggi ha portato a grandi risultati non vorremmo che ora si tendesse ad esagerare, rischiando di ottenere l’effetto opposto a quello desiderato. A suggerirci questa riflessione sono stati proprio gli uomini della Rcs che ormai anche su Twitter scrivono quasi ed esclusivamente in lingua inglese. Nulla di male se il profilo ufficiale del Giro (o della Tirreno) twitta in doppia lingua, ma se i singoli collaboratori, seguiti quasi esclusivamente da persone italiane, parlano solo in inglese, forse si corre il rischio di suscitare ilarità nel lettore più che ammirazione per l’internazionalità. Questo atteggiamento ci ricorda un po’ quello che dopo il 1994 avevano tutti i militanti di un noto partito politico ai quali era stato fatto un corso di marketing, e tutti indiscriminatamente eseguivano ciò che avevano imparato.

Quando l’inglese prevale sulle interviste in mezzo alla strada e sulle dirette regalate …

Con l’avvento di Angelo Zomegnan alla guida di Rcs Sport, il marketing ha giustamente assunto un ruolo sempre più importante nell’organizzazione ciclistica ed in effetti il Giro d’Italia ha decisamente cambiato marcia rispetto al passato e l’attuale gestione (per attuale intendiamo anche quella di Zomegnan) non è assolutamente paragonabile con il passato e il gap tra la Rcs e gli altri organizzatori è ancora aumentato.

Se tutto questo lavoro fino ad oggi ha portato a grandi risultati non vorremmo che ora si tendesse ad esagerare, rischiando di ottenere l’effetto opposto a quello desiderato. A suggerirci questa riflessione sono stati proprio gli uomini della Rcs che ormai anche su Twitter scrivono quasi ed esclusivamente in lingua inglese. Nulla di male se il profilo ufficiale del Giro (o della Tirreno) twitta in doppia lingua, ma se i singoli collaboratori, seguiti quasi esclusivamente da persone italiane, parlano solo in inglese, forse si corre il rischio di suscitare ilarità nel lettore più che ammirazione per l’internazionalità. Questo atteggiamento ci ricorda un po’ quello che dopo il 1994 avevano tutti i militanti di un noto partito politico ai quali era stato fatto un corso di marketing, e tutti indiscriminatamente eseguivano ciò che avevano imparato.

Più che questa novità, ci aspetteremmo da Michele Acquarone che riuscisse a copiare gli altri sport, impedendo le orrende interviste dopo l’arrivo in mezzo alla strada, ma, ritardandole di un minuto e spostandole davanti ad un backdrop con i loghi degli sponsor. Più o meno come avviene in tutti gli sport, nel calcio, ad esempio, anche le interviste flash dell’intervallo devono avvenire davanti al cartellone con gli sponsor. Strano che la Rcs, sempre attenta al marketing, abbia deciso di non seguire questa strada.

Un altro aspetto di marketing che ci aspetteremmo che venisse seguito è quello relativo al servizio di diretta web. La diretta testuale, come insegnano, anche qui, altri sport, è soggetta a diritti poiché va oltre il tradizionale diritto di cronaca. Nel ciclismo, invece, chiunque (p.es. il sito Spaziociclismo) può alzarsi al mattino e decidere di trasmettere in diretta live una tappa della Tirreno – Adriatico, creando così un danno alla Rcs (togliendo visite alla diretta “ufficiale” senza sganciare nemmeno un quattrino.

A volte, copiare dagli altri è quasi meglio che inventare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow