Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Non sappiamo se Alberto Contador riuscirà nell’impresa di vincere il suo secondo Giro d’Italia, sicuramente non gli è riuscita l’impressa di sollevare i pessimi ascolti de “Il Processo alla Tappa”.

Anzi, nonostante la sua presenza fosse stata pubblicizzata abbondantemente sia il giorno precedente, sia durante “Giro all’Arrivo”, la trasmissione condotta da Alessandra De Stefano ha totalizzato il suo minimo stagionale.  Come abbiamo più volte specificato, questa trasmissione dall’impronta pseudo intellettuale non parla né al popolo strettamente ciclistico (che è comunque la minoranza del panorama televisivo) né al pubblico che tradizionalmente affolla il pomeriggio televisivo.

Non abbiamo intenzione di ripeterci nelle critiche a quello che crediamo sia uno dei programmi più brutti e mal condotti della storia della TV e del Giro d’Italia, ma vogliamo porre l’accento sul fatto che la promozione del ciclismo debba obbligatoriamente inseguire un numero elevato di spettatori, per evitare che altrimenti diventi una trasmissione (brutta) fatta solo per noi irriducibili appassionati.

Neppure Contador riesce nell’impresa: il Processo tocca il minimo stagionale (solo 471.000 spettatori)

Non sappiamo se Alberto Contador riuscirà nell’impresa di vincere il suo secondo Giro d’Italia, sicuramente non gli è riuscita l’impressa di sollevare i pessimi ascolti de “Il Processo alla Tappa”.

Anzi, nonostante la sua presenza fosse stata pubblicizzata abbondantemente sia il giorno precedente, sia durante “Giro all’Arrivo”, la trasmissione condotta da Alessandra De Stefano ha totalizzato il suo minimo stagionale.  Come abbiamo più volte specificato, questa trasmissione dall’impronta pseudo intellettuale non parla né al popolo strettamente ciclistico (che è comunque la minoranza del panorama televisivo) né al pubblico che tradizionalmente affolla il pomeriggio televisivo.

Non abbiamo intenzione di ripeterci nelle critiche a quello che crediamo sia uno dei programmi più brutti e mal condotti della storia della TV e del Giro d’Italia, ma vogliamo porre l’accento sul fatto che la promozione del ciclismo debba obbligatoriamente inseguire un numero elevato di spettatori, per evitare che altrimenti diventi una trasmissione (brutta) fatta solo per noi irriducibili appassionati.

Proprio nella stagione in cui “Giro all’Arrivo” sta ottenendo buoni risultati in termini d’ascolto, “Il Processo” non riesce a decollare, anzi, si inabissa sempre più.

Giro in diretta Giro all’Arrivo Media Processo
07-mag 1014000 9,12% 1321000 13,80% 1167500 11,46% 897000 10,18%
08-mag 836000 5,72% 1180000 9,46% 1008000 7,59% 632000 5,72%
09-mag 750000 6,54% 1069000 10,64% 909500 8,59% 1297000 13,24%
10-mag 758000 8,03% 860000 9,67% 809000 8,85% 720000 7,54%
11-mag 828000 8,73% 1208000 13,19% 1018000 10,96% 653000 7,40%
12-mag 634000 5,99% 1015000 10,48% 824500 8,24% 471000 5,08%

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow