Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

E’ iniziata bene la stagione 2011 per Morris Possoni, che nella prima corsa dell’anno ha ottenuto un brillante doppio quinto posto nella quinta ed ultima frazione del Giro del Mediterraneo (Biot-Toulon, Mont-Faron) e nella classifica finale, dove risulta anche essere il miglior italiano. Un risultato che il corridore del Team Sky non si aspettava, ma che rispecchia il buon momento di forma che sta attraversando: “Sono partito senza ambizioni particolari, volevo soltanto cercare di vedere dove potevo arrivare. A dire la verità l’idea era di iniziare la stagione partendo piano. Qui al Mediterraneo però la condizione era già buona e quindi sarebbe stato un peccato non sfruttare questo momento”. Viste le sue caratteristiche, lo scalatore bergamasco ha puntato così tutto sulla tappa regina, con l’ambita vetta del Mont Faron, dove è riuscito a rimanere tra i primi e a giungere al traguardo al quinto posto a 23 secondi dal vincitore Moncoutié: “Come team durante tutto il Giro abbiamo lavorato tanto per il velocista di squadra, io tuttavia ho cercato di stare tranquillo per fare bene l’ultimo giorno, nella frazione decisiva.

Morris Possoni è il primo italiano al Giro del Mediterraneo

E’ iniziata bene la stagione 2011 per Morris Possoni, che nella prima corsa dell’anno ha ottenuto un brillante doppio quinto posto nella quinta ed ultima frazione del Giro del Mediterraneo (Biot-Toulon, Mont-Faron) e nella classifica finale, dove risulta anche essere il miglior italiano. Un risultato che il corridore del Team Sky non si aspettava, ma che rispecchia il buon momento di forma che sta attraversando: “Sono partito senza ambizioni particolari, volevo soltanto cercare di vedere dove potevo arrivare. A dire la verità l’idea era di iniziare la stagione partendo piano. Qui al Mediterraneo però la condizione era già buona e quindi sarebbe stato un peccato non sfruttare questo momento”. Viste le sue caratteristiche, lo scalatore bergamasco ha puntato così tutto sulla tappa regina, con l’ambita vetta del Mont Faron, dove è riuscito a rimanere tra i primi e a giungere al traguardo al quinto posto a 23 secondi dal vincitore Moncoutié: “Come team durante tutto il Giro abbiamo lavorato tanto per il velocista di squadra, io tuttavia ho cercato di stare tranquillo per fare bene l’ultimo giorno, nella frazione decisiva. Essere riuscito a rimanere tra i primi nella scalata al Mont Faron è un segnale importante per me, visto il prestigio di questa tappa e anche la difficoltà. Per quanto riguarda la tappa di ieri, siamo partiti subito forte, mantenendo ritmi sostenuti: dopo la fuga di una ventina di corridori, subito ripresi, ci sono stati una serie di attacchi con altri quattro uomini che sono riusciti ad andare via, ma all’inizio della salita il gruppo si è ritrovato compatto. Decisivi sono stati gli ultimi cinque km che hanno fatto la selezione finale”. Dopo il Giro del Mediterraneo Possoni è rientrato a casa, nel bergamasco, dove proseguirà gli allenamenti in vista dei prossimi impegni. Morris tornerà in gara alla Vuelta a Murcia dal 4 al 6 marzo. In programma ci sono poi altre corse a tappe come la Volta Ciclista a Catalunya (21-27 marzo), la Vuelta a Castilla Y Leon (13-17 aprile) e il Giro di Romandia (26 aprile 1 maggio). Dopo di che, come da programmi, sarà al via del Giro d’Italia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow