Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Davide Tagliabue e Valter Cozzaglio, rispettivamente i presidenti provinciali di Monza e Milano, hanno voluto fare sentire la loro vicinanza a Luigi Resnati recentemente sfiduciato dal proprio Consiglio. Non poteva essere diversamente dato che proprio la brianza è la patria del presidente del Comitato Lombardo. Nel comunicato congiunto vengono tessute le lodi per il grande lavoro svolto da Resnati e si criticano i sei dimissionari.

Pur non condividendo assolutamente la difesa di Resnati che, a nostro avviso, non è minimamente riuscito a fare tornare la Lombardia alla posizione che gli compete, comprendiamo la loro volontà di entrare in gioco nella battaglia politica che tra qualche settimana animerà la politica sportiva lombarda.

Un passaggio del comunicato ci fa però sorridere:” Ebbene noi riteniamo che stando così le cose Luigi Resnati abbia il diritto di portare a termine il suo mandato ottenuto con un altissimo numero di voti da parte delle società lombarde, affiancato dai due consiglieri rimasti e da altre persone volonterose, capaci e soprattutto affidabili, per chiudere così al meglio il quadriennio.”

Purtroppo per loro, lo statuto federale stabilisce che si debba andare a nuove elezioni e saranno le società lombarde a promuovere o bocciare il lavoro di Luigi Resnati.

Monza e Milano con Resnati, il resto della Lombardia contro.

Davide Tagliabue e Valter Cozzaglio, rispettivamente i presidenti provinciali di Monza e Milano, hanno voluto fare sentire la loro vicinanza a Luigi Resnati recentemente sfiduciato dal proprio Consiglio. Non poteva essere diversamente dato che proprio la brianza è la patria del presidente del Comitato Lombardo. Nel comunicato congiunto vengono tessute le lodi per il grande lavoro svolto da Resnati e si criticano i sei dimissionari.

Pur non condividendo assolutamente la difesa di Resnati che, a nostro avviso, non è minimamente riuscito a fare tornare la Lombardia alla posizione che gli compete, comprendiamo la loro volontà di entrare in gioco nella battaglia politica che tra qualche settimana animerà la politica sportiva lombarda.

Un passaggio del comunicato ci fa però sorridere:” Ebbene noi riteniamo che stando così le cose Luigi Resnati abbia il diritto di portare a termine il suo mandato ottenuto con un altissimo numero di voti da parte delle società lombarde, affiancato dai due consiglieri rimasti e da altre persone volonterose, capaci e soprattutto affidabili, per chiudere così al meglio il quadriennio.”

Purtroppo per loro, lo statuto federale stabilisce che si debba andare a nuove elezioni e saranno le società lombarde a promuovere o bocciare il lavoro di Luigi Resnati.

 

I motivi della ormai perenne crisi lombarda sono molteplici e non sono sicuramente esenti da colpe i presidenti provinciali che troppo spesso pensano a fare politica e ai pranzi sociali senza dedicarsi troppo a fare attività. Questo in netto contrasto con ciò che avviene oltre Ticino, in Piemonte, dove i presidenti provinciali sono dei soldati che sanno che devono darsi da fare per il ciclismo senza fare politica che è demandata al Presidente Regionale.

Non a caso, uno dei migliori Comitati Provinciali è sicuramente quello di Alessandria che in netto contrasto con ciò che avviene in Lombardia, sta mettendo in piedi una squadra di Under 23 con tutti quei ragazzi che, passati di categoria, non riescono a trovare spazio in altre squadre. Lo scopo di questo “team solidale” non è di vincere, ma solamente di fare attività.

Troppo bravi quelli del Comitato alessandrino o troppo incapaci quelli degli altri ?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow