Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Conclusi i mondiali su pista, non si placa sul web l’ironia degli appassionati di questa disciplina. Non ci riferiamo solo ai risultati degli azzurri, disastrosi, ma soprattutto a come RaiSport ha proposto questo evento iridato.

Il commento è stato giudicato da praticamente tutti gli appassionati inadeguato. Antonello Orlando, alla sua prima esperienza da commentatore video (arriva dalla radio) e Gigi Sgarbozza non sono infatti sembrati la scelta ideale.

La pista è una disciplina molto specifica e per commentarla serve una conoscenza dei regolamenti (in continuo aggiornamento) e una conoscenza dei corridori.

Affermare che l’americana è una disciplina olimpica, oppure che si guadagna il giro raggiungendo la testa della corsa, oppure ancora accorgendosi due giri dopo che la corsa è finita, non crediamo sia sinonimo di conoscenza. Vogliamo soprassedere sulle gaffes quali “I cinquecento chilometri con partenza da fermo sono una disciplina massacrante” oppure sui moltissimi nomi storpiati.

Mondiali su Pista: perle di comicità su RaiSport2

Conclusi i mondiali su pista, non si placa sul web l’ironia degli appassionati di questa disciplina. Non ci riferiamo solo ai risultati degli azzurri, disastrosi, ma soprattutto a come RaiSport ha proposto questo evento iridato.

Il commento è stato giudicato da praticamente tutti gli appassionati inadeguato. Antonello Orlando, alla sua prima esperienza da commentatore video (arriva dalla radio) e Gigi Sgarbozza non sono infatti sembrati la scelta ideale.

La pista è una disciplina molto specifica e per commentarla serve una conoscenza dei regolamenti (in continuo aggiornamento) e una conoscenza dei corridori.

Affermare che l’americana è una disciplina olimpica, oppure che si guadagna il giro raggiungendo la testa della corsa, oppure ancora accorgendosi due giri dopo che la corsa è finita, non crediamo sia sinonimo di conoscenza. Vogliamo soprassedere sulle gaffes quali “I cinquecento chilometri con partenza da fermo sono una disciplina massacrante” oppure sui moltissimi nomi storpiati. I due commentatori non hanno neppure sfruttato la tecnologia, infatti, scaricando una applicazione dal sito Tissot Timing, era possibile essere collegati in tempo reale con i terminali della Giuria e vedere immediatamente i risultati, senza perdere tempo in assurdi calcoli manuali.

Continuiamo a non comprendere la politica della RAI che decide di trasmettere un evento importante, come i Mondiali in pista, in maniera improvvisata, esponendosi così all’ilarità generale. Pensare che sarebbe bastato avere un commentatore specializzato nella pista. In passato, su Eurosport si sono succeduti con successo Fabio Perego e Claudio Santi mentre quest’anno è toccato a Roberto Chiappa. Sky alle prossime Olimpiadi come opinionista avrà Giovanni Lombardi.

La Rai è invece un enorme pachiderma che non può avere dei collaboratori per un solo evento e così, con Martinello impegnato in Belgio al fianco di Pancani, ecco proiettato il simpatico Gigi Sgarbozza sulla pista, in compagnia di Antonello Orlando. A proposito, ma quest’ultimo avrà mai visto una gara su pista in vita sua ?

Questa scelta ha ancora più dell’incredibile se consideriamo che a “Il Processo alla Tappa”, trasmissione che sembra scritta per Gigi Sgarbozza, l’ex corridore laziale dovrebbe essere lasciato al palo.

Non ci resta quindi che ringraziare Auro “Golden” per le fantastiche perle che riesce a regalarci anche stando dietro la scrivania.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow