Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Dopo la proposta di Rocco Marchegiano di designare quale presidente dell’assemblea il presidente sardo Salvatore Meloni e le conseguenti reazioni provocate da questa proposta, abbiamo deciso di sentire il diretto interessato per capire da dove nasce questa richiesta, è stata l’occasione anche per fare quattro chiacchiere con il candidato alla presidenza sull’attualità di questa ultima settimana di campagna elettorale.

Mondiali 2013, Marchegiano:”Il mondo del ciclismo toscano dovrà essere protagonista, la FCI dovrà sovrintendere”

Dopo la proposta di Rocco Marchegiano di designare quale presidente dell’assemblea il presidente sardo Salvatore Meloni e le conseguenti reazioni provocate da questa proposta, abbiamo deciso di sentire il diretto interessato per capire da dove nasce questa richiesta, è stata l’occasione anche per fare quattro chiacchiere con il candidato alla presidenza sull’attualità di questa ultima settimana di campagna elettorale.

 

“La ringrazio perché mi da l’opportunità attraverso le sue domande di esporre alcune mie idee. Sono idee che in buona parte ho già sperimentato nei vari ruoli che ho svolto e che sto svolgendo in ambito federale.

Non ho adottato metodi vecchi per aggregare e costruire il consenso sulla mia candidatura per il rispetto che nutro nei confronti dei Dirigenti e delle società  Il mio obiettivo è quello di formare una squadra di dirigenti capaci e estranei a logiche personalistiche per lavorare esclusivamente per il bene del Ciclismo. Occorre superare una fase di crisi programmatica , culturale del nostro mondo.”

Abbiamo rivelato la sua proposta di avere come presidente di assemblea Salvatore Meloni, come mai questa proposta ?

La mia proposta è rivolta a una persona che ha dimostrato nel tempo la sua competenza in materia di Statuti e Regolamenti. La mia deve essere considerata esclusivamente una proposta, disponibile a valutarne altre, ben consapevole che spetta ai Delegati dell’assemblea eleggere il presidente

La situazione nazionale sembra stabile, il Veneto sembra però in subbuglio, come vede questa situazione ?

Dobbiamo prendere atto che negli ultimi anni anche a livello territoriale invece di riscontrare gestioni unitarie sono aumentate le divisioni. Un dato che è anche emerso in significative elezioni regionali che seppur a fronte di candidati unici alla Presidenza si sono registrate forme di estraneità con consistenti schede bianche. Il mio compito sarà quello di lavorare per superare evidenti o meno evidenti divisioni.

Tornando al Veneto …

Per quanto riguarda il Veneto l’ultima assemblea, a dimostrazione di quanto detto in precedenza, non ha permesso di esprimere il gruppo dirigente regionale, auspico che nel prossimo appuntamento di febbraio si espliciti meglio il confronto tra i concorrenti al fine di giungere all’elezione del Presidente e del comitato regionale.

Come influirà la vicenda Mondiali 2013 sull’elezione del Presidente ?

Ho avuto modo di esprimere il mio pensiero in proposito sabato scorso in un incontro con le società e i Dirigenti in provincia di Pistoia. Ho manifestato l’obiettivo di rendere protagonisti il mondo ciclistico toscano nell’organizzazione. Ho anche rilevato la necessità che tutti gli aspetti gestionali della manifestazione siano caratterizzati dalla massima trasparenza. La Federazione Ciclistica Italiana avrà il compito di garantire quanto sopra detto. Vorrei ricordare che il sottoscritto, facendo tutti gli appropriati distingui, ha organizzato nel 2009 assieme ad altri il Campionato del Mondo di Paraciclismo. Il tutto è stato realizzato in breve tempo, sollecitando i vari organismi al buon senso nella gestione regolamentare che ha consentito il risparmio del 70% rispetto al preventivo iniziale di spesa.

A una settimana dal grande appuntamento, cosa ci dobbiamo aspettare dall’assemblea di Levico

Mi aspetto una Assemblea corretta, magari con qualche eccesso verbale che non deve però far mancare un dibattito democratico e rispettoso degli Statuti e dei Regolamenti.

Cosa ne pensa dell’azione di Bernardelli?

Personalmente ho sollecitato Michele Gamba alla Vice Presidenza Nazionale perché in virtù dell’esperienza fatta a Bergamo poteva portare il suo contributo a livello nazionale. Per quanto riguarda le presunte azioni di Bernardelli mi sono domandato se sta agendo per conto proprio o per conto di altri, vorrei solo ricordare al presidente lombardo che la Federazione Ciclistica può attingere come da sempre nell’attività delle regioni del centro- nord, ma che non deve estraniare il ciclismo del sud che pur tra mille difficoltà ha sempre dato un grande contributo di atleti sia a livello nazionale che internazionale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow