Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

La doppietta di Manuel Senni della Colpack arriva a Salvan Les Marecottes.  La seconda tappa in linea del Giro Valle d’Aosta incorona il 22enne di Cesenatico, capace di scattare all’inizio dell’ultima difficile salita di giornata, che portava la corsa da Martigny al traguardo.
Ma il Giro è tutt’altro che chiuso: anche il norvegese Odd Christian Eiking è ancora in corsa per il primo posto, e la lotta a tre per il podio potrebbe chiamare in causa anche le squadre dei tre leader della corsa.

Manuel Senni concede il bis e ora sogna di vincere il Val d’Aosta

La doppietta di Manuel Senni della Colpack arriva a Salvan Les Marecottes.  La seconda tappa in linea del Giro Valle d’Aosta incorona il 22enne di Cesenatico, capace di scattare all’inizio dell’ultima difficile salita di giornata, che portava la corsa da Martigny al traguardo.
Ma il Giro è tutt’altro che chiuso: anche il norvegese Odd Christian Eiking è ancora in corsa per il primo posto, e la lotta a tre per il podio potrebbe chiamare in causa anche le squadre dei tre leader della corsa.

La tappa è stata contraddistinta da una fuga di una trentina di corridori, neutralizzata nel finale dall’azione della Colpack e della Colombia, che ha lavorato in simbiosi con la nazionale norvegese.
Sul Col des Planches, ai 25 dall’arrivo, l’attacco di Manuel Senni, che insieme a Simone Andreetta della Zalf ha allungato sul gruppo.
Il duo di testa ha avuto fino ad un minuto e mezzo di vantaggio: ai meno cinque dall’arrivo Senni ha fatto il forcing, e con qualche secondo di vantaggio è riuscito a tagliare il traguardo prima del gruppo.
Porta a casa – per oggi – la maglia gialla di leader della corsa e quella bianca della classifica a punti, mentre il compagno di squadra Giulio Ciccone indossa la maglia dei Gran Premi della Montagna.
La maglia rossa di leader degli sprint cash è invece di Marco Chianese della Pala Fenice.

Le dichiarazioni dei protagonisti.
Manuel Senni da Cesenatico è l’immagine della felicità. “Sono felice come non mai, volevo fare bene al Giro Valle d’Aosta. Ho solo venti giorni di gare nelle gambe, mi sono allenato molto in altura e questi sono i risultati. Certo, non è solo merito mio: ho una squadra fantastica (vicino a lui sorride il ds Gianluca Valoti), ma Colombia e Norvegia sono fortissime. Io sono già contento così, con gli altri ci intendiamo al volo, siamo un bel gruppo affiatato.

La tappa di domani: Chatel – Morillon Les Esserts.
L’ultima tappa in linea del Giro della Valle 2014 è la Chatel – Morillon Les Esserts di sabato 19 luglio, 164 chilometri senza grandi salite, ma forse proprio per questo molto insidiosa. Una corsa sempre in movimento – almeno dal punto di vista altimetrico – e difficile da tenere cucita: la squadra della maglia gialla, insomma, avrà il suo bel da fare per evitare che nella fuga di giornata riescano ad entrare uomini di classifica. Tre colli e una cote sono dislocate sul percorso: l’ultimo – il Fryrond – è piazzato a meno di venti chilometri dall’arrivo. Attenzione anche alla salita finale da Morillon fino alla stazione sciistica di Les Esserts: solo cinque chilometri, ma nel 2013 – proprio su questa strada – Davide Villella ipotecò la sua vittoria finale nel Giro del Cinquantenario. A Chatel, invece, sono legati altri ricordi recenti del Petit Tour: nel 2012 vinse Lutchenko, corridore ucraino che nemmeno un mese dopo si laureò Campione del Mondo degli Under 23.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow