Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Con il ritorno del Giro d’Italia nel bel paese, la speranza è che agli abitanti del bel paese venga più voglia di Giro. Mai come quest’anno, infatti, tra la gente comune non sembra esserci un particolare interesse verso la corsa rosa e dialogando con i non ciclofili, tante persone, oltre a chiedersi il motivo della partenza dalla Danimarca, chiedono a noi appassionati se sia vero che il Giro “partirà” dalla Danimarca e, alla nostra obiezione che il Giro è già partito dalla Danimarca rispondono con una espressione non poco stupita.

Tranquilli, non sono dei marziani capitati per caso sulla terra nel mese di Maggio, sono persone normalissime, con una buona cultura e con una discreta passione per lo sport, magari un altro rispetto al ciclismo, ma pur sempre uno sport.

L’Italia riabbraccia il suo Giro, la passione riuscirà a vincerla sul Marketing?

Con il ritorno del Giro d’Italia nel bel paese, la speranza è che agli abitanti del bel paese venga più voglia di Giro. Mai come quest’anno, infatti, tra la gente comune non sembra esserci un particolare interesse verso la corsa rosa e dialogando con i non ciclofili, tante persone, oltre a chiedersi il motivo della partenza dalla Danimarca, chiedono a noi appassionati se sia vero che il Giro “partirà” dalla Danimarca e, alla nostra obiezione che il Giro è già partito dalla Danimarca rispondono con una espressione non poco stupita.

Tranquilli, non sono dei marziani capitati per caso sulla terra nel mese di Maggio, sono persone normalissime, con una buona cultura e con una discreta passione per lo sport, magari un altro rispetto al ciclismo, ma pur sempre uno sport.

Non sappiamo quale sia il motivo esatto di questo scarso interesse che anche in noi quest’anno, per il primo anno, si sta facendo sentire. Sicuramente, l’assenza di rivalità e di identificazione influisce non poco. Quest’anno è il Giro del Marketing, il Giro del “casino” e dell’immagine. Per il primo anno, il Direttore del Giro ha detto senza giri di parole che una squadra, la Netapp, è presente sulle strade italiche per “ragioni di Marketing”. Ma è il marketing che deve essere al servizio dello sport o viceversa ?

 

Abbiamo l’impressione che il Giro d’Italia sia diventato, non solo quest’anno, un gran bel carrozzone in grado di richiamare gente, più o meno come il carnevale di Viareggio, ma che abbia perso il suo legame con lo sport. Facciamo un esempio per spiegarci meglio: domenica si è disputato il derby di Milano tra Inter e Milan, lo stadio era pieno e tutte le persone presenti erano tifosi dell’una o dell’altra squadra ed erano presenti a San Siro per vedere e sperare che gli uni o gli altri riuscissero ad avere la meglio sugli avversari. Nel ciclismo, non certo per colpa di Rcs, non funziona così. Tranne una parte minoritaria, il pubblico del ciclismo non è tifoso, ma è solamente spettatore di un bell’evento (speriamo), non guarda il passaggio o l’arrivo con quell’interesse tipico del tifoso, interessato alle gesta del proprio beniamino. Per lo spettatore medio del Giro che vinca Cavendish, Goss o Ferrari è esattamente uguale, forse solo un po’ di campanilismo va a favore di Ferrari, salvo non sapere neppure che faccia abbia “questo” Ferrari.

Sono lontani i tempi delle rivalità tra Saronni e Moser, o tempi del “pirata” Marco Pantani,  oggi né Basso né tanto meno Scarponi riescono ad avere tifosi al di fuori dei tradizionali circuiti ciclistici. L’ormai tradizionale buonismo dei giorni nostri non ha certamente aiutato questo. Se il Milan non punzecchiasse l’Inter e se l’Inter non attaccasse la Juve anche uno sport di schieramento come il calcio avrebbe meno pepe e quindi meno interesse.

Il Giro d’Italia è una manifestazione sportiva e non una inutile sfilata di corridori. Solo lo sport può infatti accendere la passione nei cuori, passione che il marketing dovrebbe andare a “sfruttare” e ottimizziare. E’ deprimente pensare che la passione degli sportivi sia al servizio del marketing di chi vuole solamente produrre utili a tutti i costi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow