Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Firma azzurra, firma di classe  sulla 94a  edizione della Milano-Torino Trofeo Nobili Rubinetterie: Diego Ulissi ha firmato  una autentica impresa  al termine di una gara che non  ha tradito  le attese e ha regalato forti emozioni alle migliaia  di appassionati che sono saliti al Colle di Superga trasformato per l’occasione in una “salita dolomitica”.

La Milano – Torino è di Ulissi, quinto Contador e sesto Valverde

Firma azzurra, firma di classe  sulla 94a  edizione della Milano-Torino Trofeo Nobili Rubinetterie: Diego Ulissi ha firmato  una autentica impresa  al termine di una gara che non  ha tradito  le attese e ha regalato forti emozioni alle migliaia  di appassionati che sono saliti al Colle di Superga trasformato per l’occasione in una “salita dolomitica”.

 

Ulissi, che ha conquistato la sua quarta vittoria  stagionale, ha fatto la differenza sulla salita  finale  riportandosi prima su Majka e Pozzovivo e poi staccandoli all’ultimo chilometro per andare  a conquistare la vittoria  e prendersi la rivincita  rispetto allo scorso  anno,  quando si era dovuto accontentare del secondo posto, preceduto da Alberto  Contador.

IL VINCITORE. «Questa mattina la giornata non era iniziata benissimo, ho sofferto molto nella prima parte della corsa a causa dei postumi della corsa di domenica – spiega il livornese della Lampre Merida, classe  1989 -. Per fortuna con il passare dei chilometri mi sono sentito sempre meglio e sul primo passaggio a Superga ho capito  di poter  fare qualcosa di buono. È stato bravissimo Durasek a spianarmi  la strada,  poi quando sono scattati Majka e Pozzovivo ho capito di non poterli lasciare andar via troppo facilmente. Mi sono riportato sotto, ho visto  che da dietro  non  rientrava  nessuno e all’ultimo chilometro sono scattato per giocare tutte le mie  carte.  È andata bene e ho  vinto  una grande corsa».

E ancora: «Il Lombardia? Sono  convinto che  Scarponi  ed  io possiamo fare  una grande corsa,  anche  se  gli avversari  saranno di altissimo livello  e alcuni  di loro  li abbiamo  visti all’opera già oggi».

Per Ulissi quella  di oggi è la quarta  vittoria  stagionale (in precedenza ha vinto una tappa  e la classifica  generale della Settimana Coppi & Bartali e la tappa  inaugurale del Giro di Polinia), l’undicesima della carriera tra i professionisti.

LA CRONACA.  157 i corridori al via e inizio  di gara velocissimo ad oltre  50 chilometri  orari. Al km 29 allungano Josef Cerny (CCC Polsat),  Jay Robert  Thomson (MTN Qhubeka) e Bjorn Thurau (Europcar), a cui si accodano Maurits Lammertink (Vacansoleil DCM) e Cesare Benedetti (Netapp Endura Racing). Dopo  pochi chilometri si rialzano Lammertink e Benedetti e subito dopo anche  Cerny. Restano così al comando Thurau e

Thomson la cui azione caratterizzerà tutta  la corsa: vantaggio massimo dei due  7’40”. I due sono stati ripresi proprio ai piedi della prima salita al Colle di Superga, quando le squadre dei big hanno preso  in mano  la situazione. I primi ad attaccare sono stati  Durasek della Lampre Merida e Zardini della Bardiani Csf, seguiti da Majka della Saxo Tinkoff  e da Pimenta  della  NetApp  Endura. Nella  discesa verso  Pino Torinese prova  ad evadere Taborre (Vini Fantini), ma è sulla salita  finale  che si scatena la bagarre.  Tenta l’azione Franco Pellizotti (Androni Venezuela) seguito da Rafal Majka (Saxo  Tinkoff) e Domenico Pozzovivo (Ag2r). Proprio questi due  restano allo scoperto raggiunti da un bravissimo Diego Ulissi (Lampre Merida) che all’ultimo chilometrio allunga e se ne va a cogliere una grande vittoria.  Si sono mossi  con un po’ di ritardo gli spagnoli Moreno, Contador  e Valverde  che si sono avvicinati molto ai primi ma non sono riusciti a lottare per la vittoria.

L’ORGANIZZATORE. «Siamo  davvero soddisfatti di come  sono andate le cose  – afferma con convinzione Antonio Bertinotti, direttore organizzativo della Associazione Ciclistica Arona -: l’accoglienza che abbiamo ricevuto alla partenza di Settimo Milanese è stata  calorosissima e la folla  sul Colle di Superga è stata  straordinaria. La corsa si è rivelata entusiasmante, i grandi campioni presenti hanno dato spettacolo e la nostra soddisfazione non  può  che  essere piena.  Colgo  l’occasione per  ringraziare  il direttore generale della corsa, commendator Alcide Cerato, che ci contagia con il suo entusiasmo e le sue idee  e tutti i collaboratori che ci hanno aiutato a portare  a termine questa nostra fatica.  Siamo  orgogliosi di aver  dato  vita  ad una  nuova spettacolare edizione di questa corsa e ci prepariamo già ai prossimi  appuntamenti, a cominciare dal Gran Premio Nobili Rubinetterie Coppa Papà Carlo in programma a marzo».

ORDINE D’ARRIVO

1) Diego Ulissi (Lampre Merida) km 193,5  in 4.21’02, media  44,477kmh

2) Rafal Majka (Saxo Tinkoff) a 3”

3) Daniel Moreno (Katusha) a 5”

4) Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale) a 7”

5) Alberto  Contador  (Saxo Tinkoff) a 11”

6) Alejandro Valverde  (Movistar)  a 15”

7) Mauro Finetto (Vini Fantini Selle Italia) st

8) Thomas Voeckler (Europcar) st

9) Matteo Rabottini  (Vini Fantini Selle Italia) st

10) Franco Pellizotti (Androni Venezuela) st

11) Daniel Martin (Garmin Sharp) a 24”

12) Sebastian Reichenbach (Iam Cycling) st

13) Patric Facchini (Androni Venezuela) st

14) Giampaolo Caruso (Katusha) st

15) Chris Anker Sorensen (Saxo Tinkoff) st

COSI’ IN TV. Saranno ancora le telecamere di RaiSport a raccontare la 94a  edizione della  Milano-Torino Trofeo Nobili Rubinetterie. Gli appassionati potranno seguire una lunga  differita della corsa su RaiSport 2 dalle 20 e poi in replica dalle 23.

Numerosi speciali  saranno dedicati alla Milano-Torino dalle  televisioni locali,  a cominciare da VCO Azzurra Tv. Piemonte TV (CH 110) trasmetterà uno speciale domani alle ore 11.30 e poi in replica alle ore 14.30.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow