Cerca

E’ Fabio Aru della Palazzago il vincitore della frazione odierna e soprattutto della quarantottesima edizione del Giro della Valle d’Aosta. La corsa regina ha premiato il sardo diretto da Olivano Locatelli che nella frazione conclusiva ha saputo riprendersi ciò che la sfortuna più volte gli aveva tolto in altre occasioni. Dopo la seconda tappa, la cui prova è stata fortemente condizionata da problemi gastrici, ha saputo rosicchiare secondo su secondo, avvicinarsi così a Nikita Novikov, sferrando l’attacco finale nella cronoscalata del Mont Avic. Al secondo posto della generale il talentuoso statunitense, in forza alla Trek – Livestrong di Lance Armostrong, distanziato di 1’22’’ dal sardo della Palazzago, sul terzo gradino del podio il russo Nikita Novikov che per il secondo anno consecutivo ha perso la maglia di leader a Covarey. Per il tecnico bergamasco Locatelli si tratta dell'ottavo successo in trent'anni di attività (Giupponi, Belli, 2 con Gotti, 2 con Popovych, Bisolti e Aru).

Leggi tutto: E' Fabio Aru (Palazzago) il re della Valle d'Aosta.

Che il Valle d'Aosta sia la corsa per "dilettanti" più bella d'Italia e tra le più belle del mondo è risaputo, ma lo spettacolo che hanno offerto oggi i protagonisti del Giro della Vallèe è stato veramente super. Il giovane statunitense Josep Dombrokswki  ha compiuto una grande impresa giungendo in solitaria sul traguardo di Torgnon e precedendo di 37'' il francese Kenny Elissonde e di 39'' il portacolori della Palazzago Fabio Aru. Sempre leader della Generale il russo Nikita Novikov della Itera - Katusha, crollato sulle rampe finali, il sardo Aru è distanziato di soli 30'', terzo il francese Lavieu, quarto a 1'18'' Joseph Dombrokswk. Domani la cronoscalata conclusiva che deciderà questa quarantottesima edizione del Giro della Valle d'Aosta che potrebbe ribaltare la classifica.

Leggi tutto: Valle d'Aosta: spettacolo a Torgnon, Aru sogna il sorpasso nella crono finale

La terza tappa del Giro della Valle d’Aosta 2011 va al francese Antoine Lavieu: 20 anni, originario di Cannes, si è imposto sul traguardo di Valgrisenche con trentanove secondi di vantaggio sull’americano Joseph Dombrokswki e 1’17 sul belga Steve Bekaert, ultimo reduce della fuga di giornata che era partita dopo appena 25 chilometri.

In classifica generale Nikita Novikov mantiene la maglia gialla, anche se una caduta nella discesa di Les Combes – che ha coinvolto anche il suo compagno di squadra Dmitriy Ignatyev – lo ha obbligato a perdere qualche secondo.

Chi invece esce da questa tappa fortificato è Fabio Aru, che a metà dell’ultima salita ha salutato il gruppo dei migliori della generale per andarsene al traguardo da solo e guadagnare 1’35 sulla maglia gialla, conquistando così il secondo posto ai danni di Yoann Michaud (appena 21° a 5’05). Terzo nella generale il vincitore di giornata, Antoine Lavieu, che quindi sostituirà il compagno di squadra nazionale nella corsa al primato nella seconda parte del Giro della Valle d’Aosta 2011 che scatta domani, venerdì, con la Rivara – Rivara.

Leggi tutto: Il Valle d'Aosta parla ancora francese: trionfo di Lavieu

Al Giro della Valle d'Aosta brillano i colori della Hopplà, la squadra di Riccardo Forconi ha dominato la quarta frazione del "Petit Tour". Protagonisti di giornata sono stati Puccio e Barabesi che hanno condotto la corsa per oltre 154 chilometri. Raggiunti nel finale di corsa è stato il loro compagno di squadra Siarhei Papok che ha regolato allo sprint ristretto gli altri contrattaccanti, Stefano Locatelli della Colpack e il ceco Jacub Novak della Trevigiani. Immutate le prime posizioni della classifica generale con il russo Nikita Novikov che guida la Classifica Generale con 2'03'' su Fabio Aru della Palazzago e 2'23'' sul francese Antoine Lavieu. Domani il tappone che deciderà il Giro della Valle, quattro Gran Premi della Montagna, di cui tre negli ultimi 80 chilometri di corsa con l'arrivo in salita a Torgnon.

Leggi tutto: Domino della Hopplà al Valle d'Aosta. La quarta tappa la griffa Papok

E’ il russo Nikita Novikov la nuova maglia gialla del Giro ciclistico internazionale della Valle d’Aosta. Già leader della classifica per un giorno nella scorsa stagione dopo il tappone di Morgex, il portacolori della Itera Katusha si è imposto questo pomeriggio a La Salle dopo aver dominato la discesa del Piccolo San Bernardo.

Novikov vincitore, ma è stato il sardo della Palazzago Fabio Aru a dar fuoco alle polveri durante la salita del Piccolo San Bernardo. Il quarto classificato del Petit Tour 2010 è scattato portandosi appresso Novikov e il portacolori della Omega Pharma Lotto Frederiek Verkinderen. Il belga è stato il primo a mollare la presa, mentre a un chilometro e mezzo dallo scollinamento il russo ha staccato Aru ed ha proseguito l’azione in solitaria.

Venti secondi alla “Cima Coppi” del Petit Tour che sono diventati oltre due minuti all’arrivo di La Salle, nonostante due cadute senza danni per il russo della Itera Katusha. Nel frattempo, durante la discesa, Aru veniva recuperato dal francese Michaud, da Cattaneo e da De Jeso. Proprio il campano, sull’ultimo strappo a qualche centinaia di metri dall’arrivo, è riuscito a conquistare la seconda piazza ai danni di Aru.

Leggi tutto: Spettacolo sulle strade della Vallèe: Novikov è già il padrone del Giro ?