Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

La crisi d’Europa e d’Italia purtroppo sta colpendo, come era prevedibile, anche il ciclismo e oltre a numerose gare saltate negli ultimi anni, potrebbe aggiungersi anche il Giro Baby o Girobio. Le difficoltà in cui versa la società organizzatrice è nota nell’ambiente e l’edizione 2013 sembra essere molto a rischio.

GiroBio, in arrivo una proposta indecente ? Hotel tutti a carico delle squadre ?

La crisi d’Europa e d’Italia purtroppo sta colpendo, come era prevedibile, anche il ciclismo e oltre a numerose gare saltate negli ultimi anni, potrebbe aggiungersi anche il Giro Baby o Girobio. Le difficoltà in cui versa la società organizzatrice è nota nell’ambiente e l’edizione 2013 sembra essere molto a rischio.

Ecco che per provare a salvare l’edizione di quest’anno, Brocci & c. sarebbero intenzionati a formulare alle società interessate a partecipare una proposta che potremmo quasi definire indecente e riassumere così:” Vuoi partecipare al Giro Bio ? Allora paga tu gli alberghi”.

Se fosse accettata, questa proposta andrebbe a salvare sicuramente la corsa, le spese alberghiere sono infatti i principali costi di una gara ciclistica e andando a scaricarli sulle società partecipanti chiunque può organizzare senza particolari problemi economici.

Il punto però è un altro: è giusto che ad un organizzatore sia concesso questo discorso ? E ancora, è giusto che un organizzatore che organizza una gara di proprietà della Federazione (ogni anno l’organizzatore viene assegnato attraverso un bando) operi in questo modo ?

A nostro avviso no, soprattutto perché questa gara è della Federazione e come tale andrebbe organizzata investendo risorse sull’attività piuttosto che in alberghi e rimborsi spesa per i Consiglieri Federali o le tante spese inutili di questa Federazione.

Dato che nessun organizzatore naviga nell’oro, cosa ne direbbero tutti gli altri (p.es. Pesche Nettarine, Valli Cuneesi, Giro del Friuli o Giro della Valle d’Aosta ecc.) se squadre e federazione dovessero accettare questa proposta ?

Sempre secondo quanto trapela da alcune squadre, non sarebbero stati pagati neppure i premi relativi all’edizione 2012, premi che l’organizzatore dovrebbe garantire in anticipo alla Federazione.

Di Rocco sarà anche amico del CONI, dell’UCI, di Ministri e Onorevoli, ma quando si parla di attività le sue lacune si fanno tremendamente evidenti. Già, e forse non solo di attività, ma anche di bilancio …

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow