Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Andrea Guardini non si ferma più. Nella 7^ frazione del Giro della Malesia vince allo sprint sul tedesco Robert Forster (United Healtcare Procycling) e il neozelandese Dene Rogers (Giant Kenda Pro Cycling). A completare il successo giallo fluo, il 6° posto di Miyazawa e l’8° di Elia Favilli. “Lo so, sto facendo qualcosa di importante, e ormai che ci sono punto all'obiettivo grosso: cinque vittorie. Lo voglio fare per la squadra, che anche oggi ha lavorato per me quando ho visto che il finale non era impegnativo come sembrava sulla carta e lo voglio fare per Giuliani (il direttore sportivo, n.d.r.), che ha promesso di smettere di fumare - spiega Guardini in viaggio verso l'albergo, raggiante ma ancora pienamente concentrato e realista - Intanto chiudiamo il Malesia, poi penserò a Qatar e Oman, dove troverò una concorrenza più forte e dei tracciati anche più lunghi. Ma ormai che ci sono non posso fare a meno di pensarci. Sarà un banco di prova importante e ho voglia di fare bene anche là”.

Giro di Malesia: Andrea Guardini fa poker

Andrea Guardini non si ferma più. Nella 7^ frazione del Giro della Malesia vince allo sprint sul tedesco Robert Forster (United Healtcare Procycling) e il neozelandese Dene Rogers (Giant Kenda Pro Cycling). A completare il successo giallo fluo, il 6° posto di Miyazawa e l’8° di Elia Favilli. “Lo so, sto facendo qualcosa di importante, e ormai che ci sono punto all’obiettivo grosso: cinque vittorie. Lo voglio fare per la squadra, che anche oggi ha lavorato per me quando ho visto che il finale non era impegnativo come sembrava sulla carta e lo voglio fare per Giuliani (il direttore sportivo, n.d.r.), che ha promesso di smettere di fumare – spiega Guardini in viaggio verso l’albergo, raggiante ma ancora pienamente concentrato e realista – Intanto chiudiamo il Malesia, poi penserò a Qatar e Oman, dove troverò una concorrenza più forte e dei tracciati anche più lunghi. Ma ormai che ci sono non posso fare a meno di pensarci. Sarà un banco di prova importante e ho voglia di fare bene anche là”.

Una quarta vittoria che porta la Farnese Vini  – Neri sottoli ad essere una delle plurivittoriose di questo inizio di stagione e che rende euforico lo staff, in Malesia e in Italia: “Tra pochi giorni partiremo per il Qatar, non vedo l’ora di complimentarmi di persona con Andrea, e farlo proseguire in questo percorso di crescita” – chiude Luca Scinto, che ieri e oggi ha ricevuto due bei regali di compleanno proprio dallo sprinter Veronese.

Ordine d’Arrivo: 1° Guardini Andrea (Farnese Vini – Neri Sotttoli) 3h24’57”, 2° Forster Robert (United Healthcare Pro Cycling), 3° Rogers Dene (Giant Kenda Pro Cycling Team), 4° Shpilevsky Boris (Tabriz Petrochemical Team), 5° Kittel Marcel (Skil Shimano Cycling Team), 6° Miyazawa Takashi (Farnese Vini – Neri Sotttoli), 7° Schulze André (CCC Polsat Polkowice), 8° Favilli Elia (Farnese Vini – Neri Sotttoli), 9° Stallaert Joeri (Landbouwkrediet), 10° Jang Chan Jae (Korea National Team).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow