Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Andrea Manfredi dell’Hopplà è scattato ai meno cinque dal traguardo della Issogne - Covarey di Champdepraz e ha tagliato il traguardo in solitaria. Il corridore di Massa Carrara è la nuova maglia gialla del Giro della Valle: era partito dal gruppo dei migliori all’inizio della salita del Col de Joux e, ai meno due dalla vetta, era rientrato sulla testa della corsa composta dai quattro reduci della fuga scattata pochi chilometri dopo la partenza di Issogne.

Giro della Valle d’Aosta: Manfredi è il nuovo padrone

Andrea Manfredi dell’Hopplà è scattato ai meno cinque dal traguardo della Issogne – Covarey di Champdepraz e ha tagliato il traguardo in solitaria. Il corridore di Massa Carrara è la nuova maglia gialla del Giro della Valle: era partito dal gruppo dei migliori all’inizio della salita del Col de Joux e, ai meno due dalla vetta, era rientrato sulla testa della corsa composta dai quattro reduci della fuga scattata pochi chilometri dopo la partenza di Issogne. La prima frazione veramente difficile del Giro della Valle d’Aosta ha messo in evidenza il buon stato di forma di Fabio Aru, vincitore della corsa nel 2011 e primo corridore “di classifica” a scattare sulla strada che – neanche un anno fa – lo aveva consacrato come miglior ciclista del Valle d’Aosta 2011. Il sardo della Palazzago ha attaccato i reduci del gruppo principale e ha saltato anche diversi corridori che facevano parte della fuga del mattino. 2’40 il suo ritardo dal vincitore (quinto piazzamento), 2’16 invece il gap che lo separa da Manfredi in classifica generale. In mezzo ai due il kazako Alexey Lutsenko (1’20), a questo punto capitano dell’Astana dopo che l’ex leader della corsa Arman Kamyshev non è riuscito – come prevedibile – a rimanere con i migliori e a mantenere il primato in classifica.

Le parole del vincitore:
A vent’anni il coraggio certo non manca: Andrea Manfredi l’ha dimostrato nella sua dichiarazione post-vittoria. «Sono venuto qui per fare classifica, forse posso pure provare a vincere il Giro – ha detto il corridore di Massa al termine delle premiazioni – Ho una buona condizione, e spero che le gambe reggano anche nei prossimi giorni. Ma ho una buona squadra che mi supporta e cercherò di difendere a tutti i costi questa bellissima maglia gialla».

Giovedì 17 luglio: Quincinetto – Tavagnasco.

Il Giro della Valle sbarca in Piemonte: dopo la Rivara – Rivara del 2011 questa volta tocca ai comuni di Quincinetto e Tavagnasco ospitare rispettivamente partenza e arrivo della frazione in programma giovedì 19 luglio. La salita di Andrate dopo 27 chilometri potrebbe essere l’ideale trampolino di lancio per le fughe di giornata. Meno difficile l’ascesa verso Traversella, nella seconda parte di gara, che però precederà di poco l’ultima salita di giornata, quella che porterà ai Piani di Tavagnasco dove è situato l’arrivo. Nove chilometri appena, ma le pendenze fanno paura: punte massime al 22%, per alcuni questa ascesa assomiglia al Mortirolo. I distacchi al termine di questa frazione di 139 chilometri si conteranno a minuti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow