Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Gianpiero, o Paolo che dir si voglia, ha colpito ancora. Ad una gara per Esordienti in Veneto, il Presidente di Giuria, l’esperto Antonio Dal Col, ha voluto parlare delle ruote consentite in quella categoria, quando è intervenuto Giampiero (Paolo) Forcolin dicendo che la normativa era cambiata, e che le disposizioni date da Dal Col erano quindi superate. Il commissario veneto ha però deciso di mettere a tacere immediatamente il Consigliere Federale ricordandogli che, non avendo ricevuto alcuna comunicazione ufficiale, per, ufficialmente, questa modifica non c’è mai stata.

Dopo un breve conciliabolo, una commissaria impegnata in quella gara ha collegato il suo iphone al sito federale e si è scoperto che la norma era sì stata cambiata, ma non era ancora entrata in vigore, quindi aveva ragione Dal Col e torto Forcolin.

Forcolin, le ruote e un ruolo che gli va troppo stretto …

Gianpiero, o Paolo che dir si voglia, ha colpito ancora. Ad una gara per Esordienti in Veneto, il Presidente di Giuria, l’esperto Antonio Dal Col, ha voluto parlare delle ruote consentite in quella categoria, quando è intervenuto Giampiero (Paolo) Forcolin dicendo che la normativa era cambiata, e che le disposizioni date da Dal Col erano quindi superate. Il commissario veneto ha però deciso di mettere a tacere immediatamente il Consigliere Federale ricordandogli che, non avendo ricevuto alcuna comunicazione ufficiale, per, ufficialmente, questa modifica non c’è mai stata.

Dopo un breve conciliabolo, una commissaria impegnata in quella gara ha collegato il suo iphone al sito federale e si è scoperto che la norma era sì stata cambiata, ma non era ancora entrata in vigore, quindi aveva ragione Dal Col e torto Forcolin.

Al di là del simpatico episodio narrato, vogliamo concentrarci su due aspetti: in primo luogo sul cambio di norma riguardante il materiale tecnico effettuato a fine maggio, quando si sa che le squadre fanno gli approvvigionamenti di materiale ad inizio stagione, e in secondo luogo sulla intromissione di un Consigliere Federale nell’attività di una Giuria.

Il compito di informare i commissari delle eventuali novità regolamentari spetta alla loro Commissione e non certo ai Consiglieri Federali. Anche perché, in assenza di idonea comunicazione per tutti i giudici, ci si troverebbe nella condizione di avere regole diverse a seconda che in quella gara sia o meno presente il prode Forcolin.

Probabilmente a Forcolin va stretto il ruolo del politico e cerca di ritagliarsi un ruolo diverso, non a caso, lui, un politico, sta sostituendo nella Commissione Giovanissimi Adriano Arioli, un tecnico.

Indiscrezioni ci fanno sapere che Gianpiero Forcolin non sembra intenzionato a  ricandidarsi l’anno prossimo, non sappiamo se per timore di confrontarsi con la base dopo le sue scelte decisamente impopolari, oppure se abbia altre mire. Starà mirando alla Struttura Tecnica Nazionale ? Più che una domanda, per i suoi tanti detrattori questa potrebbe sembrare una previsione più infausta di quella dei Maya.

I nostri visitatori si chiederanno perché Gianpietro Forcolin lo chiamiamo Paolo. Lo chiamiamo Paolo, perché durante la sua ospitata ad “Anteprima Giro” tutti, grafica compresa, lo hanno chiamato Paolo e lui non ha corretto nessuno, accettando quindi di farsi chiamare con un nome non suo, pur di non contraddire la RAI. Non solo, la grafica dell’emittente di stato lo ha addirittura promosso a Vice Presidente FCI, chissà cosa ne pensa di questo errore Flavio Milani ?

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow