Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Chi è il Campione Italiano Elite di Ciclocross ? Marco Aurelio Fontana o Elia Silvestri ? Il Campione Italiano è Elia Silvestri che ha vinto la gara, tuttavia per colpa della Federazione Ciclistica Italiana si è creata (e si creerà) una polemica tanto inutile quanto facilmente risolvibile.

I fatti: la Federazione Italiana ha deciso di assegnare il titolo di campione d’Italia in una gara “open” e non in due gare separate, una “Elite” e una “Under 23”. Facendo una gara unica, secondo i regolamenti, il vincitore della prova è il Campione Italiano Elite, anche se ha meno di 23 anni.

Nonostante ciò che ha dichiarato in diretta televisiva Fausto Scotti, l’UCI ha confermato che il campione italiano Elite è Elia Silvestri della Guerciotti.

Come dicevamo, questa “polemica” si potrebbe risolvere se anche nel ciclocross come nella strada, la Federazione Italiana si attenesse a quelle che sono le direttive UCI e assegnasse le maglie solamente in quelle categorie riconosciute a livello internazionale.

Fontana o Silvestri ? L’UCI ha stabilito che il campione italiano Elite è Silvestri.

Chi è il Campione Italiano Elite di Ciclocross ? Marco Aurelio Fontana o Elia Silvestri ? Il Campione Italiano è Elia Silvestri che ha vinto la gara, tuttavia per colpa della Federazione Ciclistica Italiana si è creata (e si creerà) una polemica tanto inutile quanto facilmente risolvibile.

I fatti: la Federazione Italiana ha deciso di assegnare il titolo di campione d’Italia in una gara “open” e non in due gare separate, una “Elite” e una “Under 23”. Facendo una gara unica, secondo i regolamenti, il vincitore della prova è il Campione Italiano Elite, anche se ha meno di 23 anni.

Nonostante ciò che ha dichiarato in diretta televisiva Fausto Scotti, l’UCI ha confermato che il campione italiano Elite è Elia Silvestri della Guerciotti.

Come dicevamo, questa “polemica” si potrebbe risolvere se anche nel ciclocross come nella strada, la Federazione Italiana si attenesse a quelle che sono le direttive UCI e assegnasse le maglie solamente in quelle categorie riconosciute a livello internazionale.

 

Prendiamo, ad esempio, la maglia di Under 23 che Valentina Scandolara potrà indossare solamente nelle gare entro il confine nazionale, dal momento che l’UCI (nelle gare internazionali) non riconosce questa categoria, al pari delle Donne Junior.

A giudicare dal numero di maglie assegnate, sembrerebbe quasi che il movimento ciclocrossistico italiano sia più grosso di quello belga o olandese, ma non è così. Nel ciclismo italiano siamo spesso vittime delle illogiche logiche elettorali e così, più maglie si assegnano più società contente ci saranno.

Come dicevamo, il problema del ciclocross è esattamente quello della Strada dove si assegna, ad esempio, il titolo Elite senza contratto, categoria non riconosciuta a livello internazionale. Purtroppo l’Italia (diroccata) preferisce andare per la sua strada senza prendere ad esempio quello che è il movimento internazionale e così, mentre tutti vanno da una parte, l’Italia percorre la strada inversa.

A giudicare dai risultati, sembrerebbe proprio che siano gli altri ad essere sulla strada corretta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow