Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Negli ultimi mesi si è molto sentito parlare di sicurezza e tutti, a parole, sono concordi nel portare avanti iniziative e proposte che aumentino sempre più la sicurezza nelle gare ciclistiche.

Tra la sicurezza e il risparmio, tutti dovrebbero scegliere la sicurezza. Tra la sicurezza e un maggior numero di gare in calendario, tutti dovrebbero scegliere la sicurezza. Tra la sicurezza e qualche voto in più, tutti dovrebbero scegliere la sicurezza.

Purtroppo, non sempre è così. Il Consiglio Federale ha recentemente stabilito che non sia più necessaria un’abilitazione ministeriale per poter svolgere servizi di moto staffetta o scorta tecnica nelle gare ciclistiche, ma, qualora un soggetto non abbia l’abilitazione sarà sufficiente che il Direttore di Corsa lo ammetta in gara per svolgere funzioni di sicurezza.

Dopo tante belle parole, il Consiglio Federale si schiera contro la sicurezza

Negli ultimi mesi si è molto sentito parlare di sicurezza e tutti, a parole, sono concordi nel portare avanti iniziative e proposte che aumentino sempre più la sicurezza nelle gare ciclistiche.

Tra la sicurezza e il risparmio, tutti dovrebbero scegliere la sicurezza. Tra la sicurezza e un maggior numero di gare in calendario, tutti dovrebbero scegliere la sicurezza. Tra la sicurezza e qualche voto in più, tutti dovrebbero scegliere la sicurezza.

Purtroppo, non sempre è così. Il Consiglio Federale ha recentemente stabilito che non sia più necessaria un’abilitazione ministeriale per poter svolgere servizi di moto staffetta o scorta tecnica nelle gare ciclistiche, ma, qualora un soggetto non abbia l’abilitazione sarà sufficiente che il Direttore di Corsa lo ammetta in gara per svolgere funzioni di sicurezza.

Di Rocco, tempo fa attraverso il sito tuttobiciweb, aveva accusato Silvano Antonelli di avere favorito l’allontanamento della Polizia Stradale dalle gare ciclistiche. L’allontanamento della Stradale, fisiologico e non causato né da Antonelli né da altri soggetti operanti nel cilcismo, era comunque previsto. Il fatto però che sulle strade operasse personale preparato e abilitato proprio dalla Stradale garantiva comunque il rispetto di elevati standard di qualità.

Ora, non solo alle gare non ci sarà la Stradale, ma potrà anche non esserci personale abilitato e qualificato.

Il livello di professionalità degli operatori della sicurezza nelle gare ciclistiche dovrebbe essere, anno dopo anno, sempre più elevato, pensando  anche ulteriori esami di controllo e verifica anche per chi è già abilitato. Invece, questa Federazione ha deciso che tutti possono svolgere il compito di moto staffetta, anche senza essere tesserati alla FCI, anche senza avere un’apposita abilitazione: anche senza avere mai visto una corsa ciclistica.

Da indiscrezioni pare che questa norma sia stata richiesta dalle regioni del sud e che Di Rocco, già lanciato in campagna elettorale, non abbia potuto dire di no. In questo modo, le decisioni vengono prese non avendo come obiettivo unico la sicurezza, ma prevalgono le logiche elettorali.

Chissà cosa ne pensano di questa norma Raimondo Soragni, presidente dell’inutile Commissione Sicurezza – Direttori di Corsa, e Claudio Mologni, suo collaboratore in rappresentanza dei Direttori di Corsa ?

Questa è una scelta assolutamente legittima del Consiglio Federale, che dovrebbe però assumersi la responsabilità, invece, come già avvenuto in passato, in caso di incidenti, Di Rocco, anziché fare mea culpa, sarà pronto a tirare in ballo la “tragica fatalità”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow