Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Nel programma elettorale di Renato Di Rocco, come in quelli di molti dei suoi avversari, era presente ed in bella evidenza la voce relativa ai Comitati Regionali. Il problema non è però quello di dare una maggior autonomia ai Comitati che, come dicono in molti, rappresentano la base del ciclismo, il problema sta in chi c’è al comando di questi.

 

Dirigenti impreparati e con poca personalità, ecco perchè tanti Comitati non potranno mai essere “autonomi”

Nel programma elettorale di Renato Di Rocco, come in quelli di molti dei suoi avversari, era presente ed in bella evidenza la voce relativa ai Comitati Regionali. Il problema non è però quello di dare una maggior autonomia ai Comitati che, come dicono in molti, rappresentano la base del ciclismo, il problema sta in chi c’è al comando di questi.

 

 

Se andiamo a prendere in esame i Presidenti di comitato, uno ad uno, possiamo scoprire che di Presidenti in grado di prendere il ciclismo della propria regione per mano e condurlo alla dignità se non alla quasi indipendenza ce ne sono veramente pochi.

Non sono certamente né Bernardelli né Carlesso quelli in grado di fare ripartire le loro regioni, Balboni non muove foglia che Isetti non voglia, Bacci è un presidente senza consiglio, no comment su tanti presidenti del sud troppo lontani dalla vera attività. In questo quadro che più desolante non si può, si salvano Rocco Marchegiano, che ha risollevato il Piemonte dandogli anche un’autonomia economica, e Carlo Roscini, criticabile sotto tanti aspetti, ma apprezzato dalle società umbre (da 25 anni è alla guida del Comitato) e l’unico in grado di incidere pesantemente sulla politica nazionale pur senza andare alla ricerca di cariche e carichette.

Come si può pensare di fare ripartire il ciclismo di base dai Comitati, in alcuni casi rivendicando l’autonomia di questi, se poi mancano le persone a fare tutto questo ?

Forse il trucco è proprio questo: dare in mano una Ferrari a chi non è in grado neppure di guidare il triciclo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow