Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Non sappiamo quale sia il futuro politico della Federazione Ciclistica Italiana, ma sicuramente ciò che si sta muovendo è senz’altro positivo.  La diretta streaming di Claudio Santi e Priscilla Bontempi ha superato le ben più rosee aspettative, causando infatti qualche problema al mezzo tecnico pensato per poche persone. Vedere che un dibattito sulla pista interessa più che le assemblee dei Comitati Provinciali aiuta a meglio comprendere quanto sia elevato il desiderio di partecipazione.

Nonostante questo, sembra che il “palazzo” voglia fare, ancora una volta, orecchie da mercante, infatti, se il Presidente Di Rocco liquida tutte le proposte di chi “non ha diritto di voto” crediamo ci sia poco spazio al dialogo.

Fortunatamente però le innovazioni tecnologiche e una sana incazzatura generalizzata ci aiutano ad avere tante persone che amano il ciclismo che vogliono mettere il loro cervello al servizio di questo bellissimo sport senza chiedere nulla in cambio, neppure una cena.

Da Facebook e dal web tanta voglia di un ciclismo migliore …

Non sappiamo quale sia il futuro politico della Federazione Ciclistica Italiana, ma sicuramente ciò che si sta muovendo è senz’altro positivo.  La diretta streaming di Claudio Santi e Priscilla Bontempi ha superato le ben più rosee aspettative, causando infatti qualche problema al mezzo tecnico pensato per poche persone. Vedere che un dibattito sulla pista interessa più che le assemblee dei Comitati Provinciali aiuta a meglio comprendere quanto sia elevato il desiderio di partecipazione.

Nonostante questo, sembra che il “palazzo” voglia fare, ancora una volta, orecchie da mercante, infatti, se il Presidente Di Rocco liquida tutte le proposte di chi “non ha diritto di voto” crediamo ci sia poco spazio al dialogo.

Fortunatamente però le innovazioni tecnologiche e una sana incazzatura generalizzata ci aiutano ad avere tante persone che amano il ciclismo che vogliono mettere il loro cervello al servizio di questo bellissimo sport senza chiedere nulla in cambio, neppure una cena.

Facebook e le nuove tecnologie offrono importantissimi spazi e così proprio in questi giorni stanno giungendo numerose proposte tutte meritevoli di attenzione ed approfondimento.

Un po’ come successe l’anno scorso con “Più sicurezza nelle gare”, movimento spontaneo coordinato da Adriano Dini, Delphine Brunel e Andrea Peschi, anche in quest’occasione c’è una gran voglia di cambiamento da parte di tutti, tranne che da parte di chi ha il potere per farlo.

Il ciclismo va male, ma nessuno può dirlo. Le gare sono sempre meno, gli sponsor pure, per non parlare dei talenti. In questi 7 anni Renato Di Rocco non è stato in grado di proporre nulla di nuovo e positivo, si è solamente appiattito sulle posizioni di CONI e UCI, anziché fare l’esatto contrario, facendosi cioè carico delle istanze del proprio mondo e portarle davanti ai massimi organismi italiani (CONI) e internazionali (UCI), soprattutto se si tiene in considerazione il fatto che Di Rocco è nella Giunta del CONI ed è Vice Presidente UCI.

Archiviato, per ora, il discorso Di Rocco torniamo sull’aspetto più bello di questo momento politico-ciclistico: la partecipazione.  Probabilmente, tutte queste persone non possono portare alcun contributo in termine di voti, ma possono dare un grosso contributo in termini di idee. Dovendo obbligatoriamente uscire dall’illogica logica elettorale che ha portato il ciclismo così in basso, sistema basato sugli scambi di favori tra elettori ed eletti, tutto questo non può che essere estremamente positivo.

Essere snobbati da questi dirigenti è sicuramente una cosa positiva, perché evidenzia a tutti la differenza tra chi vuol fare e non vuole. Chiarisce quali sono gli scopi degli uni e gli intenti degli altri.

Largo quindi alle proposte e alle idee. Chiunque può e deve dare il suo contributo, non per un proprio interesse, ma per “salvare il ciclismo”. Oltre che su Facebook, attraverso Claudio Santi, anche noi abbiamo deciso di raccogliere una serie di proposte che sottoporremo a chi deciderà di candidarsi alla Presidenza della FCI. Per farlo è sufficiente mandarci una mail con le vostre idee per migliorare il ciclismo. Spazio alle idee e buon lavoro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow