Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Entusiasmante doppietta a marchio Lampre-ISD nella 4^tappa della Tirreno-Adriatico, la Narni-Chieti di 240 km. I colori blu-fucsia hanno infatti occupato la parte nobile dell'ordine d'arrivo, grazie alla vittoria di Michele Scarponi su Damiano Cunego, fantastico secondo davanti a Evans, Basso (2"), Di Luca (6") e Gesink (12").
Tappa ad alta intensità, con la Lampre-ISD a lavorare per portare il gruppo unito verso l'impegnativo finale caratterizzato da due Gpm (Villamagna a 22 km dal traguardo e Chieti a 1000 mt dall'arrivo).
Appena la strada ha iniziato a salire, Scarponi e Cunego hanno occupato stabilmente le posizioni di testa dell'assottigliato gruppo comprendente tutti i big della Corsa dei Due Mari: particolarmente attivo e generoso il veronese della Lampre-ISD, all'attacco a 11 km dall'arrivo insieme ad altri tre atleti (azione poi neutralizzata) e comunque sempre pronto a controllare la corsa.

Con Scarponi e Cunego, è dominio blu-fuxia

Entusiasmante doppietta a marchio Lampre-ISD nella 4^tappa della Tirreno-Adriatico, la Narni-Chieti di 240 km. I colori blu-fucsia hanno infatti occupato la parte nobile dell’ordine d’arrivo, grazie alla vittoria di Michele Scarponi su Damiano Cunego, fantastico secondo davanti a Evans, Basso (2″), Di Luca (6″) e Gesink (12″).
Tappa ad alta intensità, con la Lampre-ISD a lavorare per portare il gruppo unito verso l’impegnativo finale caratterizzato da due Gpm (Villamagna a 22 km dal traguardo e Chieti a 1000 mt dall’arrivo).
Appena la strada ha iniziato a salire, Scarponi e Cunego hanno occupato stabilmente le posizioni di testa dell’assottigliato gruppo comprendente tutti i big della Corsa dei Due Mari: particolarmente attivo e generoso il veronese della Lampre-ISD, all’attacco a 11 km dall’arrivo insieme ad altri tre atleti (azione poi neutralizzata) e comunque sempre pronto a controllare la corsa.
Il momento chiave della tappa è giunto all’inizio dell’ascesa finale verso Chieti, quando Scarponi ha subito rotto gli indugi sgranando il gruppo con un allungo micidiale, ben coperto dalla guardia di Cunego. Prima Gilbert, poi Di Luca, infine Evans e Basso hanno provato a riprendere l’Aquila di Filottrano, alla quale però non è sfuggita la vittoria di tappa; secondo Cunego, bravissimo a marcare gli avversari e a trovare poi le energie per cogliere la piazza d’onore.
In classifica generale, grossi balzi in avanti per gli atleti blu-fucsia: Scarponi è salito al 4° posto, a 19″ dal nuovo leader Gesink, mentre Cunego è 5° a 19″.

“Vittoria difficile, ma voluta e ottenuta grazie all’aiuto di tutta la squadra e di un campione come Cunego – ha spiegato Scarponi dopo l’arrivo – Penso che la Lampre-ISD abbia corso alla grande, io stavo bene, ho aspettato il momento giusto per muovermi e quindi ho attaccato con un allungo deciso. Sapevo che Damiano aveva le gambe per controllare gli avversari, così ho tenuto duro fino al Gpm, per poi fare una lunga volata fino all’arrivo, sfruttando al meglio le curve e le strade strette. Ringrazio tutti i compagni di squadra e gli sponsor, perché il gruppo creatosi, e al quale tutti contribuiscono, è speciale”.

Consumato dalla tensione il ds blu-fucsia Maini: “Che grande emozione aver colto questa doppietta! Merito di un gruppo fantastico, al quale due atleti eccezionali come Scarponi e Cunego danno un invidiabile valore aggiunto. Sapevamo che Michele e Damiano erano in grande condizione e per questo abbiamo voluto controllare la corsa, prima grazie al lavoro della squadra, poi per merito di un Cunego superlativo. Ci ha pensato infine Scarponi a portare a compimento la grande opera con un’azione intensa e continua, valorizzata ancora di più dal secondo posto di Damiano, il quale sarebbe stato altrettanto meritevole del successo per la qualità espressa durante la corsa. L’immagine, mostrata dalla tv, nella quale Scarponi alza il braccio al cielo in segno di vittoria, seguito da Cunego che festeggia, è la sintesi dello spirito che contraddistingue il nostro gruppo: dobbiamo continuare così”.

Soddisfazione anche nelle parole di Cunego: “E’ stata per la Lampre-ISD una bella tappa, conclusa in maniera fantastica. Ritengo di aver corso da protagonista: per me ho ottenuto un ottimo risultato e conferme sul mio stato di forma, per Michele ho svolto un efficace lavoro che gli ha permesso di avere le spalle coperte dagli attacchi degli avversari”.

Ordine d’arrivo
1. Michele Scarponi (Lampre-ISD) in 6.10’59”
2. Damiano Cunego (Lampre-ISD)
3. Cadel Evans (BMC)
4. Ivan Basso (Liquigas-Cannondale) a 2″
5. Danilo di Luca (Katusha) a 6″
6. Robert Gesink (Rabobank) a 12″
7. Rinaldo Nocentini (AG2R)
8. Vincenzo Nibali (Liquigas-Canondale)

Classifica generale
1. Robert Gesink (Rabobank) in 16.05’10”
2. Cadel Evans (BMC) a 10″
3. Ivan Basso (Liquigas-Cannondale) a 12″
4. Michele Scarponi (Lampre-ISD) a 15″
5. Damiano Cunego (Lampre-ISD) a 19″
6. Sebastian Langeveld (Rabobank)
7. Vicenzo Nibali (Liquigas-Cannondale) a 22″
8. Damiano Caruso (Liquigas-Cannondale) a 34″

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow