Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Cari amici, a seguito della mia espressione sul metodo di partecipazione di richiesta di candidatura per partecipare all'assemblea FCI, vedo con stupore che dire la propria opinione equivale a rompere con le persone, ad essere considerato uno che protesta, che vuole essere eletto in un assemblea dove non si elegge nessuno, che vuole una rivoluzione per un futuro dove addirittura si possa parlare e cosa incredibile, pensarla anche diversamente. E' bastato dire che la raccomandata fatta in posta allo sportello sia un mezzo poco economico e veloce, superato dalle nuove mail elettroniche certificate e alcuni mi hanno scritto e hanno detto che con me bisogna stare attenti, non collaborare assolutamente. Che poi addirittura sia presa per offensiva la parola NONNI è per me strano, trovo più allucinante chi si ritiene offeso dalla parola e vuole essere sempre giovane anche quando il proprio figlio ha dei figli. Nella mia concezione di vita (e ho due figli maggiorenni, quindi potenzialmente con immensa gioia posso diventarlo) NONNI è eccezionale, la parola è una carezza del figlio dei tuoi figli, un bambino a cui consegnare il futuro e il mondo.

Claudio Santi:”Io, emarginato per la modernità delle mie idee”

Cari amici, a seguito della mia espressione sul metodo di partecipazione di richiesta di candidatura per partecipare all’assemblea FCI, vedo con stupore che dire la propria opinione equivale a rompere con le persone, ad essere considerato uno che protesta, che vuole essere eletto in un assemblea dove non si elegge nessuno, che vuole una rivoluzione per un futuro dove addirittura si possa parlare e cosa incredibile, pensarla anche diversamente. E’ bastato dire che la raccomandata fatta in posta allo sportello sia un mezzo poco economico e veloce, superato dalle nuove mail elettroniche certificate e alcuni mi hanno scritto e hanno detto che con me bisogna stare attenti, non collaborare assolutamente. Che poi addirittura sia presa per offensiva la parola NONNI è per me strano, trovo più allucinante chi si ritiene offeso dalla parola e vuole essere sempre giovane anche quando il proprio figlio ha dei figli. Nella mia concezione di vita (e ho due figli maggiorenni, quindi potenzialmente con immensa gioia posso diventarlo) NONNI è eccezionale, la parola è una carezza del figlio dei tuoi figli, un bambino a cui consegnare il futuro e il mondo. A dir la verità nelle oltre cento fra mail e post di siti e facebook, 4\5 sono di sostegno ma le altre e le prese di posizione con telefonate strane mi hanno fatto capire perché si fa ancora la raccomandata. Per ridurre la partecipazione a chi ha tempo da perdere, a cordate di persone che vogliono gestire il potere, sempre più piccolo, ma difendendolo dai giovani e dai nuovi “rivoluzionari” sistemi. Ma è cosi sbagliato pensare che ci sia un età per crescere, una per prendersi le responsabilità e una per aiutare senza voler comandare, anzi godendosi l’ultima parte di esistenza a tramandare e divertirsi? In privato tutti si stanno impegnando per i giovani, quando prendi una posizione pubblica ti vogliono far fuori perché vogliono mantenere il potere. Per creare un ciclismo moderno, pulito, organizzato e bello dobbiamo esaltare l’unico suo valore che non è la storia (seppur affascinante) ma ragazze e ragazzi che vogliono giocare (riferimento a sport = giochi olimpici) praticando il nostro meraviglioso sport. Chi ha paura di essere vecchio e nonno è un egoista, non vuole lasciare spazio al futuro e danneggia il movimento. Almeno questa è la mia opinione e mi sento un uomo libero di esprimerla. Abbiate coraggio e dite la vostra, senno’ il ciclismo finisce, ed è già difficile salvarlo.”

Claudio Santi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow