Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Siamo sinceri: Mark Cavendish ci ha proprio rotto le scatole. Nulla da eccepire dal punto di vista sportivo perché anche oggi ha vinto più che meritatamente, anche se grazie ad un enorme regalo di Goss. Ogni qualvolta Cavendish si trova davanti ad un microfono non perde occasione per insultare in maniera gratuita Roberto Ferrari. Il velocista della Androni nella terza tappa ha sbagliato, ha chiesto scusa e ha pagato.

Ieri, il britannico ha ricordato a Ferrari che è fortunato ad essere ancora in corsa e oggi in ben due occasioni è tornato a parlare di Ferrari, quando Martinello gli ha mostrato la volata con Goss che lo ha lasciato passare ha detto che se ci fosse stato Ferrari non sarebbe stato così corretto, e successivamente ha affermato di “avere paura a sprintare vicino a Ferrari”.

Più che il campione del Mondo  “Cannonbal”, questo suo modo di fare lo rende più simile a “Marcolina” una bambina offesa perché gli è stata rubata una caramella e che prosegue nella sua lagna oppure a “Marcolina” donna più adulta e inacidita nei confronti del mondo per un tradimento subito 20 anni prima.

Che noia le lagne di “Marcolina” Cavendish:”Ho paura a sprintare vicino a Ferrari”

Siamo sinceri: Mark Cavendish ci ha proprio rotto le scatole. Nulla da eccepire dal punto di vista sportivo perché anche oggi ha vinto più che meritatamente, anche se grazie ad un enorme regalo di Goss. Ogni qualvolta Cavendish si trova davanti ad un microfono non perde occasione per insultare in maniera gratuita Roberto Ferrari. Il velocista della Androni nella terza tappa ha sbagliato, ha chiesto scusa e ha pagato.

Ieri, il britannico ha ricordato a Ferrari che è fortunato ad essere ancora in corsa e oggi in ben due occasioni è tornato a parlare di Ferrari, quando Martinello gli ha mostrato la volata con Goss che lo ha lasciato passare ha detto che se ci fosse stato Ferrari non sarebbe stato così corretto, e successivamente ha affermato di “avere paura a sprintare vicino a Ferrari”.

Più che il campione del Mondo  “Cannonbal”, questo suo modo di fare lo rende più simile a “Marcolina” una bambina offesa perché gli è stata rubata una caramella e che prosegue nella sua lagna oppure a “Marcolina” donna più adulta e inacidita nei confronti del mondo per un tradimento subito 20 anni prima.

Questo ciclismo da femminucce non ci piace per niente. Rimpiangiamo i tempi di Cipollini in cui ci si faceva rispettare in strada regolando i conti e si evitava di lagnarsi nel tempo.

 

 

La cosa che ci fa però imbestialire non sono le lagne di “Marcolina”, ma l’atteggiamento de “Il Processo alla Tappa”  che, nonostante quanto descritto prima, ha sempre un atteggiamento più che indulgente nei confronti di Cavendish. I puristi non si scandalizzano, ma a noi questo “leccaculismo” ci fa veramente indignare.

Nessuno, e ripetiamo nessuno, è stato capace di rispondere a questi insulti. Nessuno, e ribadiamo nessuno, ha voluto mostrare le immagini che ormai circolano su internet (sono tra l’altro anche disponibili sul profilo facebook di Pancani) in cui si vede Cavendish spinto ripetutamente dagli spettatori. Il “Processo” mostra le immagini di corridori che fanno pipì e non è in grado di mostrare queste immagini chiedendone un commento al campione del mondo. Nessuno ha chiesto a Cavendish un commento su quei chilometri percorsi a velocità da record dell’ora per restare nel tempo massimo che tanto avevano fatto parlare ipotizzando strane scie o addirittura traini.

Ferrari ha sbagliato e su questo non ci piove, ma continuare a sentire questo britannico che ci fa la morale, senza considerare le sue colpe, ci dà un po’ fastidio. Leggendo le cronache degli anni ‘90 si capisce che il pubblico di oggi è molto diverso,  in quegli anni nessuno straniero si sarebbe mai permesso un simile attacco ad un corridore italiano, speriamo che i tifosi con i loro telefonini immortalino le gesta assai poco eroiche del Campione del Mondo quando la strada inizia a salire, perché santificare un “brigante” dà ancora più fastidio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow