FATTI E MISFATTI

Il Consiglio Federale (e Roscini) contro i Giudici: dimissioni per Biancalani ?

Non ce l’abbiamo con l’attuale Consiglio Federale, sono loro che fanno di tutto per porsi nella condizione di essere criticati. Dopo le gaffes già descritte ci troviamo oggi a parlare dell’ultima, solo in ordine di tempo, che rischia di compromettere seriamente il rapporto tra i commissari di gara e la Federazione, ma andiamo con ordine.

Qualche tempo fa, avevamo parlato della volontà del Comitato Regionale Umbro, Carlo Roscini, di impedire il passaggio di un commissario da una regione all’altra, proposta bloccata dal Consiglio Federale poiché un parere della Corte Federale riteneva questo assolutamente legittimo.

Roscini non si è però dato per vinto e nell’ultima riunione, il Consiglio Federale ha approvato una modifica del Regolamento dei Commissari di Gara che “i giudici dovranno essere tesserati e potranno operare sul territorio esclusivamente in base al loro Comitato Regionale di residenza”.

Leggi Articolo »

Di Rocco, un uomo solo al comando: quando la Delibera Presidenziale annulla la quella di Consiglio

Ad annunciarlo è stato l’autorevole sito ciclismoweb.net: il Giro del Friuli si correrà senza cronometro. Secondo il sito “orange” sarebbe quindi in arrivo una Delibera Presidenziale per consentire alla corsa di patron Cappanera di poter comunque essere approvata pur senza la presenza di una cronometro.

Sull’inutilità di tale norma ci siamo già espressi giovedì scorso, tuttavia, anche in questo caso, vale il nostro principio: se una regola c’è bisogna rispettarla, se è sbagliata bisogna cambiarla.

Non ci sorprende che per questa Federazione questo principio non sia valido, ci sorprende però che il presidente Di Rocco vada a derogare, con provvedimento d’urgenza, un qualcosa su cui il Consiglio Federale si è già espresso, negando appunto questa deroga.

Leggi Articolo »

La Feralpi, l’extracomunitario e l’assurda deroga di Di Rocco

Domenica scorsa a Cortefranca, in Provincia di Brescia, si è corsa la prima edizione del “Campionato di Corte Franca”, gara per Allievi.

Tutto è filato liscio, se non che il successo è andato al corridore sudafricano John Joshua Buchel tesserato per il Gs Feralpi. Questo corridore, non è residentein Italia e non è qui per motivi studio, ma si trova nel nostro paese per uno stage ciclistico. Il tesseramento del sudafricano è stato infatti possibile solo grazie ad una Delibera Presidenziale di Renato Di Rocco.

Questa delibera d’urgenza è andata a derogare a delle norme che vanno ben oltre la Federazione Ciclistica Italiana, ma che sono emanate dal CONI e che sono state scritte sulla base delle leggi italiane sull’immigrazione.

Leggi Articolo »

Francini:”La CAF è incompetente, dovrebbero dimettersi tutti”

Gentile Direttore,
leggo la decisione della C.A.F. della FCI nr. 1/12 del 02.03.12 concernente il Campionato Europeo Derny svoltosi a Montichiari (BS) il 12.11.11. In tale comunicato la C.A.F. della F.C.I. annulla e revoca l’ammenda di 611 Euro e la sospensione di 15 giorni inflitta dal Collegio dei Commissari per FATTI DI CORSA in applicazione dell’art. 3.2.215 del Regolamento tecnico UCI – attività pista, al sig. Dagnoni Cordiano del GS Dari-Mec.

Il provvedimento annullato dalla CAF rientra nei “FATTI DI CORSA”: tali fatti sono giudicati in via DEFINITIVA, sia in base ai regolamenti FCI che a quelli dell’UCI, dal Collegio dei Commissari. Le decisioni dei Collegi dei Commissari sono inoltre INAPPELLABILI.

Leggi Articolo »

Rocco Marchegiano:”Bertinotti sia più corretto, preciso e impari le norme”

Mercoledì abbiamo pubblicato un'intervista ad Antonio Bertinotti deus ex machina dell'Associazione Ciclistica Arona e non si sono fatte attendere le reazioni. Oggi ci ha scritto il Presidente del Comitato Regionale del Piemonte, Rocco Marchegiano, che ha chiesto di fare qualche precisazione sul contenuto dell'intervista:

Egr Direttore,

in relazione all’intervista di Bertinotti, mi stupisco che uno come lei non sappia che il numero di voti viene assegnato dalla Sede Centrale e non dal Comitato Regionale. Le affiliazioni professionistiche, fino allo scorso anno, erano di esclusiva competenza del Consiglio del Ciclismo Professionistico (CCP), sia per la validazione, sia per il tesseramento, sia per l’approvazione delle gare organizzate e non dei Comitati Regionali.

Inoltre, non mi sono mai, e dico mai, preoccupato delle biciclette di Bertinotti, perché il C.R Piemonte ha sempre fatto da solo e non ha mai chiesto, né preteso niente da nessuno (oltretutto quelle biciclette erano da passeggio e di nessuna utilità per la Federazione).

Leggi Articolo »

La Lombardia cambia: dominio di Bernardelli, Resnati fermo al 21%. Schiaffo a Di Rocco

L’assemblea elettiva del Comitato Lombardo ha letteralmente bocciato Luigi Resnati, presidente uscente e sfiduciato dal suo consiglio, non è andato oltre 79 voti su 369. A poco sono serviti gli sms del presidente federale Di Rocco che invitava alcune società a sostenere Resnati.

In assemblea qualcuno ha chiesto al presidente uscente di ritirare la sua candidatura per dare quindi un segnale di unità a favore di Francesco Bernardelli, la candidatura non è stata ritirata e a sentenziare la fine dell’era Resnati ci ha pensato la base consegnando a Bernardelli il compito di guidare il comitato lombardo fino al 2013 quando saranno rinnovate tutte le cariche federali.

Maggi sarà il vicepresidente vicario, mentre l’altro vice sarà Cordiano Dagnoni, il  primo fedele a Bernardelli, il secondo “dirocchiano” di ferro che ha superato di soli 4 voti il vice presidente uscente Benito Fornaro.

Leggi Articolo »

Pier Luigi Poli a Di Rocco:”Lei ci fa paura !”

Nell’ambito delle manifestazioni di avvicinamento ai Mondiali 2013,dove Lucca sarà sede di partenza della gara in linea Professionisti,la ns. Società avrebbe organizzato per il giorno 20 Maggio 2012 una manifestazione per Giovanissimi da svolgersi sulle secolari Mura Urbane di Lucca che saranno poi sede di partenza della gara iridata. Si sarebbe chiamata Trofeo Lucca Mondiale e a tutti i partecipanti avremmo assicurato un premio indipendentemente dal piazzamento. Ai vincitori delle varie categorie anche fiori coi colori dell’iride e maglietta pseudoiridata con sfilata  nel centro storico della città.

L’Amministrazione Provinciale e quella Comunale hanno immediatamente aderito all’iniziativa che avrebbe trovato anche l’appoggio di sponsor privati.Come prologo sarebbe stata indetta una leva ciclistica per bambini dai 4 ai 6 anni. Sarebbe stata veramente una bella giornata di sport. Purtroppo con le ultime disposizioni emanate dal Presidente Di Rocco e dal Consiglio Federale quanto sopra non ci sarà consentito ed allora al Comitato Regionale Toscano ed al Comitato Provinciale di Lucca che ci leggono per conoscenza si comunica ufficialmente che rinunciamo all’organizzazione della gara. Dopo 66 anni di attività ed oltre 300 gare organizzate è la prima volta che  la ns. Società deve prendere una decisione che per noi e per i veri appassionati di ciclismo è dolorosa.

Leggi Articolo »

Braccio di ferro tra Roscini e tre giudici, mentre la Federazione resta a guardare …

L’ultima notizia che ci viene segnalata dall’Umbria ha dell’incredibile. Tre commissari di gara, dei quali non faremo i nomi anche se nell’ambiente sono noti, in conflitto con il Comitato Umbro presieduto da Carlo Roscini, hanno deciso di chiedere ai vicini comitati delle Marche e del Lazio di essere tesserati.

Nonostante la risposta positiva di questi due comitati, i tre sfortunati commissari non hanno ancora ottenuto la tessera per la stagione 2012 poiché ci sarebbe un blocco nel sistema informatico, posto dal Comitato Umbria, che renderebbe impossibile il tesseramento di questi tre commissari.

La Corte Federale, massimo organo della FCI, aveva già stabilito in almeno due occasioni la legittimità di quanto richiesto dai tre commissari, ma nonostante questo la vicenda è anche approdata in Consiglio Federale dove qualcuno avrebbe provato a far passare una norma che impedisse tale azione.

Leggi Articolo »

Mondiali 2013: il riassunto della settimana di “passione” di Di Rocco

La settimana che si è appena conclusa ha rappresentato forse quella più nera degli ultimi sette anni di presidenza Di Rocco, ripercorriamo quindi le principali tappe di questa vicenda che sta portando alla luce operazioni che stanno destando parecchi dubbi.

Mercoledì 22 e Giovedì 23 febbraio, noi e “Il Secolo XIX”  pubblichiamo un’inchiesta che dimostra come a capo della “srl” che gestirà i Mondiali 2013 ci sia Renato Di Rocco che, attraverso una società federale (la “Ciclistica Servizi”), ha acquistato la “Mondiali Ciclismo Toscana 2013 srl”, liquidando poi gli ex soci di questa società e divenendone Amministratore Unico a tempo indeterminato.

Nella serata di Giovedì 23 febbraio, Di Rocco invia una lettera a “Il Secolo XIX” che però viene anticipata sul sito ufficiale della Federazione e su Tuttobici. In questa lettera Di Rocco non chiarisce i tanti punti oscuri, ma si limita ad affermare che tale operazione gli è stata richiesta dall’ex Ministro dello Sport.

Leggi Articolo »

Il Giudice di Forlì:”Organizzatore non responsabile per ciò che avviene dopo il fine gara”

In data 26.7.2011, il Giudice di Pace Penale di Forlì, con provvedimento Nr. R.G. 138/11 ha disposto l’archiviazione del procedimento a carico del presidente di una società ciclistica affiliata alla FCI  in quanto «non sono emersi profili di responsabilità» per un incidente occorso ad un atleta 5 minuti dopo il transito della vettura “Fine gara ciclistica”.

Un atleta che, pur sottoposto al ritiro obbligato per essere stato superato dalla vettura “fine gara”, procedeva con il numero dorsale ed un atteggiamento imprudente fino scontrarsi (senza gravi conseguenze) con un’ autovettura  che aveva ripreso correttamente la propria marcia dopo aver atteso il completo passaggio della gara.

Vista la denuncia presentata dai genitori del ragazzo, la Procura della Repubblica di Forlì avviava le opportune indagini, al termine delle quali il Pubblico Ministero presentava al Giudice di Pace una richiesta di archiviazione con la seguente motivazione:

Leggi Articolo »

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow