Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Non si placano le polemiche sul Giro della Lunigiana che ha portato alla rinuncia da parte della rappresentativa piemontese e alla mancata partecipazione alla corsa di alcuni corridori di primo piano tra cui il Campione Italiano. Ricapitoliamo brevemente la vicenda: la regola stabilisce che un corridore del secondo anno possa correre al massimo tre gare di cui almeno una con il comitato. E’ però accaduto che alcuni corridori abbiamo corso con la propria società tutte e tre le gare e che siano stati bloccati quando il Comitato li ha convocati per il Lunigiana.

Caso Lunigiana: ecco la risposta di Cazzaniga. Regalati al Trittico Veneto ben 57 corridori in più …

Non si placano le polemiche sul Giro della Lunigiana che ha portato alla rinuncia da parte della rappresentativa piemontese e alla mancata partecipazione alla corsa di alcuni corridori di primo piano tra cui il Campione Italiano. Ricapitoliamo brevemente la vicenda: la regola stabilisce che un corridore del secondo anno possa correre al massimo tre gare di cui almeno una con il comitato. E’ però accaduto che alcuni corridori abbiamo corso con la propria società tutte e tre le gare e che siano stati bloccati quando il Comitato li ha convocati per il Lunigiana.

 A riguardo abbiamo sentito il diretto interessato, il presidente della Struttura Tecnica, Ruggero Cazzaniga:“Nessun comunicato della Struttura Tecnica ha mai detto che si sarebbe derogata la norma che prevede che nessuno juniores possa correre più di tre gare, se qualcuno oralmente lo ha fatto ha sicuramente parlato a titolo personale dal momento che una delle linee guida della Struttura da me presieduta è proprio quella di non concedere deroghe. Il Giro della Lunigiana è stato in forse fino all’ultimo e così abbiamo detto alle società di coordinarsi con i loro comitati per l’eventuale terza gara a tappe. Faccio presente che alcuni Comitati hanno effettuato questo tipo di controllo, mentre altri si sono lamentati solo a giochi già fatti.  Una volta che il Lunigiana è stato messo in calendario, da parte nostra non abbiamo potuto fare altro che applicare la regola impedendo a chi aveva già corso tre gare a tappe di prendere il via anche alla quarta. Tengo a precisare che dall’anno prossimo questo problema non ci sarà più dal momento che abbiamo modificato le norme andando a precisare meglio proprio questo punto.”

Questa la spiegazione di Ruggero Cazzaniga che aiuta a meglio comprendere i motivi che hanno scatenato questo problema, ma che non giustifica comunque l’omesso controllo preventivo da parte della Struttura.

Il controllo che ciascun comitato deve fare è solo quello relativo alle convocazione: dato che almeno una delle tre gare a tappe deve essere effettuata con il proprio comitato, è sufficiente che quest’ultimo convochi solo ragazzi che non ha mai convocato prima. Invece, il tardivo controllo ha portato solo a contenere i danni, impedendo cioè ad un corridore di fare quattro corse a tappe, ma di fatto penalizzando gli unici che in tutta questa vicenda di colpe non ne hanno: i Comitati.

La norma è stata scritta meglio, ma già così era, a nostro avviso, sufficientemente chiara. Sarebbe infatti bastato un controllo da parte della Struttura sulla seconda gara, senza preoccuparsi della disputa o meno del Giro della Lunigiana per applicare la norma e tutelare tutti.

Un nostro visitatore ci ha mandato infatti l’analisi generale sui partecipanti alle corse a tappe, vediamo insieme la risultanza.

ALLA TRE GIORNI OROBICA HANNO PARTECIPATO 9 CORRIDORI NON AVENTI TITOLO

corridori del 1° anno che disputavano la 2° gara con la società, avendo già corso il Giro del Friuli:

GUARNIERO Tommaso – Italia Nuova B.go Panigale

PONTAROLLO Giacomo – Prexxis P3 Mitp Sport

SALMISTRARO Stefano – Work Service Brenta

corridori del 1° anno che disputavano la 2° gara con la società, avendo già corso la 3 Giorni Bresciana:

PEDRANA Damiano – Team Immob. Aurea Zanica

DE CARO Lorenzo – GS Massi Superm.

ISACCHI Marco – Uc Biassono

MAURI Andrea – Uc Biassono

MOLTENI Marco – Uc Biassono

MORANDI Michael – Uc Biassono

AL TRITTICO VENETO HANNO PARTECIPATO 57 CORRIDORI NON AVENTI TITOLO

corridori del 1° anno che disputavano la 2° gara con la società, avendo già corso il Giro del Friuli:

VISINTIN Matteo – ABS Team Daniele

CATAUDELLA Lorenzo– Caneva Granc. Amarù

DAL MAS Alberto– Caneva Granc. Amarù

BALDI Francesco – Euro 90 Sacilese

CARRILLO Marcello – Euro 90 Sacilese

PETELIN Jan – Mogliano 85 Bando Team

ABENANTE Michele – Postumia 73 D. Liviero

FAVARO Daniel – Postumia 73 D. Liviero

MINUTOLO Gennaro – Postumia 73 D. Liviero

FARRONATO Ruben – Postumia 73 D. Liviero

MANZAN Fabio – Rinascita Ormelle

ECCHER Paolo – Rotogal Ise Costruz.

SARTORI Mirco – Rotogal Ise Costruz.

DALLA BETTA Michele – Selle Italia Ati Ursus

FORCOLIN Gianluca – Selle Italia Ati Ursus

PROCIDA Marco – Selle Italia Ati Ursus

CABRIOLU Riccardo – UC Giorgione Aliseo

GATTO Luca – UC Giorgione Aliseo

BONDOVALLI Alex – Vc Bianchin Marchiol

ZANELLA Marco – Vc Bianchin Marchiol

BOLANOS CAMPO Santiago – Vini Fantini D’Angelo & Ant.

FRANZOLIN Giulio – Work Service Brenta

FORTUNATO Lorenzo – Work Service Brenta

corridori del 1° anno che disputavano la 2° gara con la società, avendo già corso il 3 Giorni Bresciana:

BRUNETTI Alessandro – Team Palma Cipriani 6 Gin.

IANNELLI Giovanni – Team Palma Cipriani 6 Gin.

BAIS Mattia – Us Montecorona

corridori del 1° anno che disputavano la 2° gara con la società, avendo già corso il 3 Giorni Orobica:

FEDELI Alessandro – Ausonia CSI Pescantina

GUGLIELMI Giovanni – Ausonia CSI Pescantina

LAZZARO Giacomo – Cicl Villadose Angelo Gomme

COMBERLATO Omar – gc Contri Autozai Chesin

PLATINI Sebastiano – gc Contri Autozai Chesin

POLI Umberto – KKR Italia

STECCANELLA Alessandro – KKR Italia

TROIANI Stefano – KKR Italia

VIVIANI Attilio – KKR Italia

ZORZAN Michele – KKR Italia

MICHELETTI Andrea – Castanese Verbania

CANTON Massimiliano – Prexxis P3 Mitp Sport

VALLARINO Lorenzo – Team Palma Cipriani 6 Gin.

LANDI Marco – Work Service Brenta

corridori del 2° anno che disputano la 3° gara con la società, avendo già corso Giro del Friuli e 3 Giorni Orobica:

GIUSTOLISI Giuseppe – ABS Team Daniele

PETTOELLO Andrea – ABS Team Daniele

MENEGHETTI Michael – Postumia 73 D. Liviero

CAPATI Michael – Team Bike Alto Lazio

DI LUIGI Amedeo – Team Bike Alto Lazio

REMIGIO Raffaele – Team Bike Alto Lazio

TITI Fabrizio – Team Bike Alto Lazio

GIANNINI Mattia – Vini Fantini D’Angelo & Ant.

ONESTI Emanuele – Vini Fantini D’Angelo & Ant.

SABATINI Emanuele – Vini Fantini D’Angelo & Ant.

corridori del 2° anno che disputano la 3° gara con la società, avendo già corso 3 Giorni Bresciana e 3 Giorni Orobica:

PASTORINO Mattia – GB Junior Team

FRANCO Carlo – GB Junior Team

BETTINI Francesco – Team Palma Cipriani & Gin.

Giova sottolineare che questa analisi non comprende la gare disputate all’estero, quindi è probabile che i numeri qui indicati siano destinati a crescere.

Se si considera che la corsa che ne ha più beneficiato di questa applicazione non letterale della norma è il trittico veneto (57 corridori indebitamente al via) e che uno degli organizzatori della corsa è quell’Ennio Benedet che siede anche in Struttura Tecnica, non possono non sopraggiungere i cattivi pensieri.

In conclusione, speriamo, di questa vicenda, abbiamo proposto le parole di Ruggero Cazzaniga e l’analisi sui corridori che hanno partecipato indebitamente alle due corse in questione che avrebbero sicuramente potuto stoppare prima del nascere questa polemica. Come al solito i visitatori potranno farsi una loro idea su questa storia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow