Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Ad annunciarlo è Claudio Santi, candidato alla presidenza FCI, dal suo profilo Facebook. Pare che in Emilia, dopo la chiusura dell’assemblea e la proclamazione dei delegati di atleti e tecnici, sia comparsa una scheda e che, senza ricorsi, il risultato sia stato cambiato proclamando un delegato molto più vicini alla politica dirocchiana di quanto lo era quello eletto e proclamati nel corso dell'assemblea. Grazie a questa scheda tra i due candidati è stato pareggio ed è stato ammesso all'assemblea di Levico quello più anziano.

Brogli in Emilia ? Santi:”Troppe irregolarità, non si può più proseguire. Gerarchi e potenti si tengano il loro giochino !”

Ad annunciarlo è Claudio Santi, candidato alla presidenza FCI, dal suo profilo Facebook. Pare che in Emilia, dopo la chiusura dell’assemblea e la proclamazione dei delegati di atleti e tecnici, sia comparsa una scheda e che, senza ricorsi, il risultato sia stato cambiato proclamando un delegato molto più vicini alla politica dirocchiana di quanto lo era quello eletto e proclamati nel corso dell’assemblea. Grazie a questa scheda tra i due candidati è stato pareggio ed è stato ammesso all’assemblea di Levico quello più anziano.

“Credo che cosi non si possa piu’ proseguire e sia giusto lasciare a potenti e gerarchi il loro giochino ciclismo” con queste parole Claudio Santi sembra gettare la spugna davanti a continue irregolarità, qualcuno li potrebbe chiamare brogli, sempre mirati ad andare ad avvantaggiare chi al momento siede sulla poltrona del potere.

Lo sport non è questo, lo sport significa rispetto delle regole uguali per tutti. Non sappiamo chi vincerà, con questi metodi tutto è possibile, se Di Rocco dovesse perdere, chi sarà riuscito a batterlo avrà fatto una vera e propria impresa e toccherà a lui spazzare via tutta l’immondizia che attualmente gravita intorno alla Federazione. Tutte queste persone non hanno per nulla a cuore il bene ed il futuro del ciclismo, fanno di tutto per avere qualche euro in più nel portafoglio e provano piacere esclusivamente nel dirsi amici di chi comanda, forse perché solo in questo modo possono ricoprire qualche piccolo incarico che, per capacità, non potrebbero mai ricoprire.

Quella descritta da Santi non è purtroppo l’unica infrazione alle norme compiuta da questa Federazione, quando si infrangono le norme elettorali la dittatura non è più dietro l’angolo, è già in azione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow