Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Che il mondo del ciclismo fosse maschilista lo avevamo capito da tempo, ma che addirittura ci fosse chi non riesce a condannare le molestie sulle donne ci fa addirittura rabbrividire. A riguardo, dopo il caso delle presunte molestie ad una commissaria di gara italiana, abbiamo chiesto al presidente del Comitato Regionale della Lombardia, Francesco Bernardelli, una sua opinione sul tema delle molestie alle donne. Ci siamo mossi, come da prassi, attraverso il responsabile delle relazioni esterne del Comitato, tale Enrico Landoni. Alla domanda se si potesse affermare che  presidente condannava le molestie sulle donne la sua risposta è stata “noi possiamo non affermare nulla”.

Bernardelli choc non condanna le molestie sulle donne, ma si limita a dire “I molestatori vanno perseguiti nei modi previsti dalla legge”

Che il mondo del ciclismo fosse maschilista lo avevamo capito da tempo, ma che addirittura ci fosse chi non riesce a condannare le molestie sulle donne ci fa addirittura rabbrividire. A riguardo, dopo il caso delle presunte molestie ad una commissaria di gara italiana, abbiamo chiesto al presidente del Comitato Regionale della Lombardia, Francesco Bernardelli, una sua opinione sul tema delle molestie alle donne. Ci siamo mossi, come da prassi, attraverso il responsabile delle relazioni esterne del Comitato, tale Enrico Landoni. Alla domanda se si potesse affermare che  presidente condannava le molestie sulle donne la sua risposta è stata “noi possiamo non affermare nulla”.

 E dire che la domanda gli era stata posta perché ci saremmo aspettati delle belle parole di Bernardelli su un tema così importante che in questi giorni sta interessando il Parlamento con appoggi bipartisan.

Pensare che sarebbe stato sufficiente, tanto per Bernardelli quanto per il fido Landoni, fare una velocissima ricerca internet e prendere a prestito una delle frasi che tutte le persone di buon senso (politici, sportivi, personaggi dello spettacolo ecc..) hanno già utilizzato.

Invece no, ci sono volute quattro e-mail per riuscire ad ottenere, sempre da Landoni a nome del Presidente, la seguente frase:« la responsabilità personale, da perseguire nei termini e nei modi previsti dalla legge, è quanto di più chiaro si possa dire a proposito di condanne di comportamenti riprovevoli.».

Tutto ciò è assolutamente scontato, ma non chiarisce affatto il pensiero di Bernardelli in merito alle molestie. E dire che ce l’abbiamo messa tutta per provare a capire il suo pensiero a riguardo, abbiamo specificato che ci sembrava strano che un personaggio come Bernardelli potesse non condannare questa forma di violenza, ma nulla, Landoni (e di riflesso Bernardelli) è stato irremovibile: nessuna dichiarazione su questo tema che non sia quella sopra indicata. Ne prendiamo atto con rammarico.  

Su di un argomento generico e che sta toccando però anche il mondo del ciclismo, ci saremmo aspettati un comportamento diverso, ma evidentemente il timore di esprimere un’opinione, anche su questo tema, ha avuto la meglio sulla logica e il buon gusto.

Noi, oltre ad affermare che i responsabili di questi comportamenti vanno perseguiti a norma di legge, sul tema in questione pensiamo che sia uno dei reati più beceri e indegni di un mondo civile e che auspichiamo l’inasprimento delle pene per i colpevoli, come sta giustamente facendo il Parlamento Italiano. Crediamo ci sia un bella differenza tra il nostro parere e quello di Bernardelli.

L’argomento ci sta però veramente a cuore e così nei prossimi giorni proporremo, anche con associazioni che hanno tra i loro obiettivi quello di sensibilizzare l’opinione pubblica su questi temi, iniziative mirate ad accendere l’attenzione su questo tema. Raccoglieremo inoltre il pensiero di tutti gli altri presidenti di comitato per dimostrare che il mondo del ciclismo non è ciò che qualcuno vorrebbe fare diventare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow