Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Notaio, nell’antichità, significava “annotare”, “prendere nota”. Come abbiamo già scritto giovedì, la redazione del verbale non competeva assolutamente al notaio, se poi il notaio non “nota” allora c’è forse veramente qualcosa che non va.

Nel verbale redatto dal notaio Lorenzo Luca si trova traccia della consegna delle onorificenze al merito sportivo (cosa decisamente secondaria), ma non si trova traccia di alcune fatti determinanti per meglio delineare ciò che è accaduto a Bologna.

In particolare, nel verbale manca ogni riferimento alla discussione sugli ormai famosissimi “pizzini” rinvenuti all’interno delle buste di alcuni delegati. Questa discussione è stata affrontata in assemblea, come giustamente riporta l’unico sito web presente a Bologna: ciclismoweb.net.

Nel verbale manca anche l’importante segnalazione che Angelo Francini ha fatto una volta rientrati in sala dopo la pausa pranzo, quando, nonostante molti delegati fossero attardati fuori dall’aula, il numero di presenti per il sistema informatico era sempre lo stesso.

Assemblea FCI: ecco i fatti non notati dal notaio …

Notaio, nell’antichità, significava “annotare”, “prendere nota”. Come abbiamo già scritto giovedì, la redazione del verbale non competeva assolutamente al notaio, se poi il notaio non “nota” allora c’è forse veramente qualcosa che non va.

Nel verbale redatto dal notaio Lorenzo Luca si trova traccia della consegna delle onorificenze al merito sportivo (cosa decisamente secondaria), ma non si trova traccia di alcune fatti determinanti per meglio delineare ciò che è accaduto a Bologna.

In particolare, nel verbale manca ogni riferimento alla discussione sugli ormai famosissimi “pizzini” rinvenuti all’interno delle buste di alcuni delegati. Questa discussione è stata affrontata in assemblea, come giustamente riporta l’unico sito web presente a Bologna: ciclismoweb.net.

Nel verbale manca anche l’importante segnalazione che Angelo Francini ha fatto una volta rientrati in sala dopo la pausa pranzo, quando, nonostante molti delegati fossero attardati fuori dall’aula, il numero di presenti per il sistema informatico era sempre lo stesso. Addirittura, nel verbale non c’è neppure traccia delle frasi che sono costate al delegato calabrese Parisi il deferimento alla Procura Federale.

Insomma, in questo verbale mancano tutte le cose che avrebbero potuto causare problemi alla regolarità dell’Assemblea. Oltre ad essere stato redatto da persona non prevista dallo Statuto, è un verbale con molte omissioni che i presenti potranno confermare.

In un periodo in cui si parla di liberalizzazione della professione notarile, fa sicuramente riflettere che, in questo caso,  l’inviato di ciclismoweb, Andrea Fin, abbia colto maggiori di particolari rispetto a quelli che il notaio Lorenzo Luca ha inserito nel suo verbale.

Non sappiamo se il notaio si sia distratto quando si parlava di “pizzini” o se anche lui fosse ancora a pranzo quando Angelo Francini faceva rilevare la discordanza tra i presenti in aula effettivi e quelli indicati dal sistema informatico. Certo è che è una bella coincidenza che proprio gli elementi più sfavorevoli a Di Rocco siano sfuggiti al notaio.

Se aggiungiamo queste mancanze ai ritardi sulla pubblicazione del verbale e a tutto ciò che è stato riportato nell’articolo di giovedì è facile comprendere come, ora dopo ora, la situazione sembra sempre più complicarsi per Renato Di Rocco con i suoi antagonisti che sembrano sempre più intenzionati a percorrere la strada della giustizia ordinaria con il ricorso al TAR.

Ovviamente, se qualcuno vuole dire la sua su questa vicenda noi siamo a disposizione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow