Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

A distanza di un anno torniamo ad occuparci di circuiti con al via corridori professionisti non organizzati secondo le norme (o presunte tali) della Federazione.

Il giorno del Mondiale, infatti, in provincia di Trento si è corso un circuito, simile a quelli post Giro d’Italia, con al via numerosi corridori professionisti. Come già era avvenuto lo scorso anno, gli organizzatori di questa kermesse non hanno versato le tasse a FCI e ACCPI, ma solamente una tassa regionale per una “tipo pista”.

Grazie alla segnalazione di altri organizzatori, la Federazione si è mossa chiedendo quanto spettante all’organizzazione. Al di là dell’atto dovuto (ci piacerebbe però sapere come andrà a finire), vogliamo ragionare in modo più ampio.

Come è possibile che di queste cose ce ne si accorga solamente dopo la manifestazione ? Nonostante alcuni giornali avessero anticipato i partenti a questa kermesse, FCI e ACCPI si sono mosse solamente dopo una specifica segnalazione.  Nonostante il battage mediatico a livello locale, pare che il presidente del C.P. di Trento abbia dichiarato di non sapere della presenza di professionisti al via di questa gara.

Ancora gare abusive: ACCPI e FCI restano a guardare

A distanza di un anno torniamo ad occuparci di circuiti con al via corridori professionisti non organizzati secondo le norme (o presunte tali) della Federazione.

Il giorno del Mondiale, infatti, in provincia di Trento si è corso un circuito, simile a quelli post Giro d’Italia, con al via numerosi corridori professionisti. Come già era avvenuto lo scorso anno, gli organizzatori di questa kermesse non hanno versato le tasse a FCI e ACCPI, ma solamente una tassa regionale per una “tipo pista”.

Grazie alla segnalazione di altri organizzatori, la Federazione si è mossa chiedendo quanto spettante all’organizzazione. Al di là dell’atto dovuto (ci piacerebbe però sapere come andrà a finire), vogliamo ragionare in modo più ampio.

Come è possibile che di queste cose ce ne si accorga solamente dopo la manifestazione ? Nonostante alcuni giornali avessero anticipato i partenti a questa kermesse, FCI e ACCPI si sono mosse solamente dopo una specifica segnalazione.  Nonostante il battage mediatico a livello locale, pare che il presidente del C.P. di Trento abbia dichiarato di non sapere della presenza di professionisti al via di questa gara.

Al di là del caso specifico, crediamo che qualcosa di definitivo vada fatto, affinché ogni anno la stalla non venga chiusa una volta che i buoi sono ormai scappati.

La prima cosa da capire è se quella che l’ACCPI chiama tassa (1.600 €), lo sia realmente, infatti di questo non ve n’è traccia sui documenti ufficiali. Come tassa sarebbe estremamente bizzarra e curiosa, dal momento che va a danno dei corridori che l’ACCPI dovrebbe difendere. E’ immaginabile, infatti, che se l’organizzatore non dovesse pagare la tassa al sindacato, questa somma ricadrebbe direttamente sui corridori. Per fare un esempio, è come se la CGIL chiedesse una tassa alla FIAT per consentire ai lavoratori di lavorare.

Dopo aver chiarito se questa sia una tassa, la Federazione dovrebbe organizzarsi per colpire coloro che a queste gare vi partecipano. Solamente sanzionando i corridori, con cifre elevate (p.es. 1.000 €) si riuscirebbe a risolvere il problema, poiché corridori che per quella gara percepirebbero poco più di 200 € non andrebbero mai a correrla rischiando di pagarne molti di più. Solo così, potrebbero costringere questi  organizzatori a rispettare le regole come fanno tutti.

Il nostro pensiero a riguardo è però quello di abolire (o ridurre al minimo) ogni tassa, in modo da incentivare sempre più manifestazioni di questo tipo e vigilare che tutti i corridori chiamati a queste kermesse percepiscano ingaggi “decorosi”. Questo dovrebbe essere il compito di un sindacato, quale è l’ACCPI, purtroppo però troppo spesso se ne dimenticano.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow