Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Dopo il duplice impegno contemporaneo di Sabato scorso, il Bardiani Valvole – CSF Inox Pro Team si concentra completamente sul GP di Lugano in Svizzera, corsa di 186km prevista il prossimo 24 Febbraio. Un evento giunto alle 67° edizione dove la squadra dei Reverberi ha sempre colto buoni risultati come il terzo posto di Enrico Battaglin nel 2012.

Anche Sacha Modolo sarà al via del Gran Premio di Lugano

Dopo il duplice impegno contemporaneo di Sabato scorso, il Bardiani Valvole – CSF Inox Pro Team si concentra completamente sul GP di Lugano in Svizzera, corsa di 186km prevista il prossimo 24 Febbraio. Un evento giunto alle 67° edizione dove la squadra dei Reverberi ha sempre colto buoni risultati come il terzo posto di Enrico Battaglin nel 2012.

Per l’occasione oltre a Battaglin, il #greenteam, guidato da Roberto Reverberi, sarà al via con Enrico Barbin, Nicola Boem, Francesco Manuel Bongiorno, Donato De Ieso, Stefano Pirazzi, Edoardo Zardini e Sacha Modolo al rientro alla corse dopo la caduta nella prima tappa del Tour of Qatar e la conseguente micro fattura allo scafoide del braccio destro.

“Oltre all’infortunio ho anche accusato l’influenza per alcuni giorni e quindi il mio recupero si era complicato ancora di più – spiega Sacha -. Ora però tutto è passato, nell’ultima settimana sono tornato ad allenarmi a pieno ritmo svolgendo anche importanti carichi di lavoro e guardo al futuro con rinnovata fiducia. Andrò a Lugano con l’intenzione di fare fatica per riprendere familiarità con il ritmo corsa”.

“Siamo felici per il ritorno di Sacha in squadra che sono convinto potrà fare comunque bene nel prossimo mese di corse ¬– analizza Roberto Reverberi -. Oltre lui al GP di Lugano schieriamo Battaglin che sta migliorando la sua condizione dopo l’esordio al Laigueglia e qui ha già fatto bene lo scorso anno, Pirazzi che con il duro strappo vicino all’arrivo potrà provare a fare qualcosa d’importante e un manipolo di neoprofessionisti di futuro avvenire, dove ce se sono alcuni già in buone condizioni come Barbin e Bongiorno”.

Il 67° GP di Lugano prevede un percorso con i primi otto giri identici e una tornata finale con il duro strappo che va da Pianroncate fino a Certenago, posto a sei chilometri dal traguardo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow