Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Sul fatto che la Commissione Elettorale abbia inanellato una serie di errori e di differenti interpretazioni della norma a seconda degli attori in campo crediamo non ci siano più dubbi, ma ciò che è accaduto per quanto riguarda le candidature nazionali non finisce di stupirci. Al di là dell’esclusione di Gianni Sommariva, che dà una versione dei fatti, per altro molto ben circostanziata, molto differente da quella della Commissione Elettorale, c’è un altro caso molto strano quello cioè che si riferisce all’esclusione del candidato Stefano Risoli in quanto già delegato.

Altri errori della Commissione Elettorale che interpreta la norma al contrario di come è scritta

Sul fatto che la Commissione Elettorale abbia inanellato una serie di errori e di differenti interpretazioni della norma a seconda degli attori in campo crediamo non ci siano più dubbi, ma ciò che è accaduto per quanto riguarda le candidature nazionali non finisce di stupirci. Al di là dell’esclusione di Gianni Sommariva, che dà una versione dei fatti, per altro molto ben circostanziata, molto differente da quella della Commissione Elettorale, c’è un altro caso molto strano quello cioè che si riferisce all’esclusione del candidato Stefano Risoli in quanto già delegato.

Che la Commissione Elettorale sia in uno stato un po’ confusionale lo si comprende dal fatto che se è valida la regola che hanno citato loro, e a nostro avviso non lo è, Risoli non era l’unico candidato che andava escluso. Franco Bettoni, in corsa per il consiglio federale, è infatti il delegato di Como e Flavio Mocchetti, candidato in rappresentanza dei tecnici, è anche delegato di Milano.

 

La posizione di candidato e di delegato è incompatibile, infatti non è consentito ad un candidato di ricoprire l’incarico di delegato, quindi Risoli sarebbe dovuto decadere dal ruolo di delegato lasciando campo libero al primo degli esclusi. La norma è infatti molto chiara, il punto 7 dell’articolo 9 dello Statuto specifica che “Non possono ricoprire l’incarico di Delegati all’Assemblea Nazionale … i candidati alle cariche elettive”

Riteniamo che sia sufficiente una minima conoscenza della lingua italiana per comprendere che ciò che è scritto non è assolutamente uguale ad affermare che non possono candidarsi alle cariche elettive i delegati all’assemblea nazionale.

Al di là della situazione paradossale in cui chi deve applicare le regole non le conosce, ci lascia sempre più perplessi che chi è stato incaricato di un ruolo così importante valuti i fatti con estrema leggerezza, senza neppure leggere la norma e soprattutto dando interpretazione inversa rispetto a quella letterale.

Che il ciclismo sia uno sport in grande difficoltà lo si capisce anche da tutte queste incapacità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow