Al Giro 2013 quando c’è una volata c’è Cavendish

Non importa che sia una tappa in piano o con qualche salita, basta che ci sia volata e Mark Cavendish mette la sua ruota davanti a tutti. Il finale di oggi era differente rispetto a quelle delle altre tre volate vinte dal britannico della Omega Pharma, non era infatti completamente pianeggiante e le colline delle Langhe hanno provato a lanciare alcuni contrattaccanti che però hanno dovuto arrendersi al vento e alla squadra di “Cannonball”. L’ultimo ad alzare bandiera bianca è stato infatti GianPaolo Caruso della Katusha che è stato ripreso proprio in prossimità del triangolo rosso dell’ultimo chilometro. La classifica generale, nonostante un tentativo di attacco di Intxausti prontamente rintuzzato da Nibali, tutto è rimasto immutato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.