Notice: Undefined index: tie_sidebar_pos in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/includes/post-head.php on line 5

Era uno dei papabili a succedere al plurivincitore Alessandro Petacchi sul rettifilo finale di Donoratico, e lui, Elia Viviani, ha onorato le consegne del proprio Team che lo avevano schierato come prima punta per ambire al risultato finale.

Il corridore della Liquigas-Cannondale, reduce dai piazzamenti al Tour Down Under, ha ottenuto la prima vittoria di stagione, quinta in carriera, avendo la meglio su Roberto Ferrari della Androni Giocattoli, con già due vittorie nel 2011 al S. Luis, e su Elia Favilli della Farnese Vini-Neri Sottolio, alla ricerca della prima vittoria in carriera, che hanno occupato validamente gli altri gradini del podio. La giornata di grazia della Liquigas-Cannondale si è completato con il quarto posto di Peter Sagan. Nei primi dieci di giornata anche gli attesi Belletti (Colnago-CSF Inox), Gavazzi (Lampre-ISD) e Napoletano (Acqua & Sapone).

A Donoratico sfreccia il diretto Liquigas: vince Elia Viviani

Era uno dei papabili a succedere al plurivincitore Alessandro Petacchi sul rettifilo finale di Donoratico, e lui, Elia Viviani, ha onorato le consegne del proprio Team che lo avevano schierato come prima punta per ambire al risultato finale.

Il corridore della Liquigas-Cannondale, reduce dai piazzamenti al Tour Down Under, ha ottenuto la prima vittoria di stagione, quinta in carriera, avendo la meglio su Roberto Ferrari della Androni Giocattoli, con già due vittorie nel 2011 al S. Luis, e su Elia Favilli della Farnese Vini-Neri Sottolio, alla ricerca della prima vittoria in carriera, che hanno occupato validamente gli altri gradini del podio. La giornata di grazia della Liquigas-Cannondale si è completato con il quarto posto di Peter Sagan. Nei primi dieci di giornata anche gli attesi Belletti (Colnago-CSF Inox), Gavazzi (Lampre-ISD) e Napoletano (Acqua & Sapone).

Il primo successo stagionale di Viviani non gli ha tolto la gentilezza e ha subito ringraziato la squadra dopo la linea d’arrivo “Sono contento per questa vittoria, il merito non è solo mio ma è di tutta la squadra. I miei compagni si sono mossi benissimo chi per chiudere sui fuggitivi come Oss e chi come Cimolai e Sagan che mi hanno pilotato nel finale, io poi ho finalizzato nel migliore dei modi il lavoro”.

Le modifiche in avvio di percorso con la partenza dalla pisana Pomarance, nonostante il tentativo di Cherel Mikael (AG2R La Mondiale), Brandle Matthias (Team GEOX-TMC), Damiano Margutti (De Rosa -Ceramica Flaminia) e Luca Fioretti (Ora Hotels Carrera) che sono rimasti in fuga per oltre 150 km, non hanno stravolto le caratteristiche della prova toscana, che fin dalla sua nascita nel ‘96 ha visto primeggiare fior di velocisti: Guidi, Conti, Cipollini 2 volte, Leoni, Sacchi, Kirsipuu fino alle sei volte consecutive di Alessandro Petacchi.

Altro “eroe” di giornata è stato Brandle che si è confermato il più combattivo della fuga regalando una grande soddisfazione ai colori di TMC Transformers, sia sponsor di maglia del nuovo Team GEOX-TMC, che in questa corsa ha fatto il suo debutto stagionale, che main sponsor per il secondo anno di file della classica toscana di Donoratico. L’austriaco infatti ha transitato per primo su entrambi i gran premi della montagna (Canneto km 80 e Monteverdi km 86), vincendo un premio speciale, ed è stato l’ultimo del quartetto ad arrendersi alla rimonta inesorabile del gruppo fino a poche centinaia di metri dal traguardo.

La vittoria di Viviani si è svolta sotto gli occhi attenti del CT della Nazionale Paolo Bettini che ha così commentato: Queste sono le strade sulle quali sono cresciuto, in questa corsa ho fatto il mio debutto tra i pro, la gente e il pubblico sono sempre straordinari. Sono contento che ha vincere e mettersi in primo piano sia stato il ciclismo giovane con la vittoria di uno dei ragazzi emergenti del ciclismo italiano che sa alternare e portare avanti accanto all’attività su strada anche quella su pista”.

Dopo questo appuntamento fatto su misura dei velocisti, il calendario italiano proseguirà con gli appuntamenti del Trofeo Laigueglia in programma il 19 febbraio, a un mese esatto dalla Sanremo, e con il Giro di Sardegna in programma dal 22 al 26 prossimi. La corsa sarda organizzata dalla Leisure Sport con il supporto tecnico del Gruppo Sportivo Emilia superati i dubbi sullo svolgimento è stata confermata ieri e verranno svelate le tappe il prossimo 10 febbraio.

Mario Prato

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow