La vicenda delle sponsorizzazioni della Federciclismo ha occupato e sta occupando pagine di giornali e siti web. Per provare a capire la vicenda, vi proponiamo questa cronistoria sintetica.

Il 27 marzo 2022 il Consiglio Federale ha deliberato di riconoscere a soggetti terzi (intermediari) una provvigione compresa tra il 10 e il 20 per cento per gli sponsor da loro procacciati.

Il 18 giugno 2022 all’ordine del giorno del Consiglio Federale non compare il punto 3.6 che invece sul verbale della stessa riunione risulta essere “Accordo Federazione Ciclistica Italiana e REIWA MANAGEMENT LIMITED”.

Il 2 agosto 2022 sul verbale della seduta precedente (quella del 18 giugno) inviato per mail ai consiglieri compare l’approvazione all’unanimità dell’accordo tra la FCI e la Reiwa. Tuttavia Norma Gimondi fa presente che tale discussione non sia mai stata affrontata e dunque non sia mai stata approvata.

Il 6 agosto 2022 viene cambiata la delibera e da “approvata all’unanimità” diventa “approvata con il voto contrario di Norma Gimondi”. Questo secondo verbale però non viene inviato ai consiglieri, ma solo ai presidenti di comitato.

La delibera prevede che la FCI riconosca alla REIWA MANAGEMENT LIMITED 106.000 € per l’acquisizione delle sponsorizzazioni Acqua Dolomia, Mp Filtri, Buzzati Trasporti, TCI Telecomunicazioni Italia ed Enervit.

Il 16 agosto 2022 il sito Ciclismoweb solleva il caso dando il via al tam tam mediatico.

Il 22 agosto 2022 l’onorevole Gianfranco Librandi, titolare di TCI, dichiara di avere firmato direttamente con la Federazione grazie all’amicizia di Gianni Bugno. Precisando di non avere avuto bisogno di intermediari.

Il 24 agosto 2022 Enervit SpA nega di avere mai avuto contatti con la Reiwa Management Limited e di non aver avuto a che fare con intermediari per il rinnovo della sponsorizzazione.

Il 24 agosto 2022 la REIWA MANAGEMENT LIMITED in un comunicato prende le distanze dalla Federazione Ciclistica Italiana dicendo che nei mesi scorsi c’è stata “solo una negoziazione tra le parti per concludere un accordo finalizzato al procacciamento di nuovi sponsors e che tale contratto non è mai stato finalizzato”

Il 27 agosto 2022 si tiene il consiglio federale in cui il Segretario Tolu dice che il contratto con Reiwa era in attesa di perfezionamento.

Il 27 agosto 2022 nel consiglio federale, Norma Gimondi precisa che la discussione su quella delibera non sia mai stata fatta.

Il 27 agosto 2022 il presidente Cordiano Dagnoni dice che se quella delibera non è mai stata approvata è ancora meglio dato che non si deve procedere ad annullamento.

Il 29 agosto 2022 la vice presidente Norma Gimondi si dimette dalla carica di vice presidente a causa di una discussione avuta con Gianantonio Crisafulli che in consiglio le avrebbe mancato di rispetto.

Il 2 settembre 2022 Gianni Bugno viene convocato nell’ufficio di Dagnoni e, pur non riconoscendogli alcun ruolo nella trattativa con Tci, gli sarebbero stati offerti da quest’ultimo 30.000 euro, rifiutati dall’ex campione del mondo.

Il 3 settembre 2022 Luciano Modolo, titolare della Futura Eventi (società intermediaria che ha portato lo sponsor Acqua Dolomia alla FCI) dice di aver appreso dal TM Amadio, solo a sponsorizzazione già avvenuta, di avere diritto ad una provvigione precisando però di non avere mai firmato nulla con la Federazione che potesse giustificare una pagamento in suo favore.

Il 4 settembre 2022 Roberto Amadio, Team Manager Italia, pubblica dei messaggi Whatsapp da cui si evince che Modolo (Futura Eventi) fosse a conoscenza che gli sarebbe stata pagata una provvigione del 10% sull’importo della sponsorizzazione Dolomia.