E’ morto oggi il commissario internazionale UCI, Gianni Meraviglia. Lombardo di Arese, Meraviglia è stato presidente della CNCG dal 2001 al 2005, ha ricoperto il ruolo di commissario di gara nelle più importanti competizioni mondiali quali Giro d’Italia, Tour de France, Olimpiadi, grandi classiche per poi passare negli ultimi anni di carriera ad effettuare i controlli antidoping. Il suo ultimo incarico era stato nella commissione disciplinare UCI.

Ciclismo-online.it ha iniziato ad occuparsi di commissari di gara proprio nell’ultimo periodo della presidenza Meraviglia, ricordo ancora i primi scontri da cui ho capito che era senz’altro una persona impulsiva, ma anche decisamente innamorato della categoria dei giudici di gara.

Una volta chiarite le rispettive posizioni, è iniziato un rapporto cordiale che mi ha consentito di apprezzare a pieno chi è stato senza dubbio un precursore dei tempi. Chi ha cercato, 17 anni fa, di portare i commissari ad una professionalità simile a quella che lui ha sempre avuto e che lo ha fatto tanto apprezzare a livello internazionale.

Forse è stata proprio questa visione a stopparlo in una carriera federale che non avrebbe fatto altro che bene a tutti.

Riposa in pace, Gianni.