Alla fine si è dimessa. Norma Gimondi ha infatti rassegnato le proprie dimissioni dal ruolo di vice presidente federale. Alla base della decisione gli insulti che avrebbe ricevuto da un consigliere. Alla base della discussione, l’ormai famoso affaire-Irlanda sollevato proprio da Norma Gimondi accortasi che negli atti in suo possesso qualcosa non tornava.

Ora toccherà a Dagnoni decidere se chiarire una volta per tutte la vicenda e fare magari rientrare le dimissioni oppure se andare allo scontro frontale. Le dimissioni, infatti, andranno, accettate o respinte, nel prossimo Consiglio.