Partiamo dal fondo: il Consiglio Federale di questa mattina si è interrotto dopo pochi minuti.

Ora torniamo all’inizio. Nel Consiglio Federale tenutosi a Milano si è parlato della vicenda delle sponsorizzazioni “irlandesi”. A provare a chiarire tutto è stato il Segretario Generale Marcello Tolu che ha dichiarato che è vero che con la Riwal non c’era nessun contratto però l’accordo era in via di perfezionamento. Quando però Norma Gimondi ha precisato di non aver mai discusso di questa delibera il colpo di scena con Cordiano Dagnoni che, a quanto trapela, avrebbe detto “Ancora meglio, così non è neanche da annullare”.

Se così fosse realmente andata ci verrebbe da chiederci: ma la delibera è stata fatta, e dunque va annullata, o non c’è mai stata? Già perché l’iter federale non dipende da Norma Gimondi. Cioè o quella delibera c’è stata e dunque va, eventualmente annullata, oppure non c’è mai stata. Le due cose non possono essere confuse o confondibili.

Il Consiglio è poi proseguito con un vivace scambio di pareri tra Norma Gimondi e Gianantonio Crisafulli che ha visto la vicepresidente abbandonare la riunione.

Dopo di che il consiglio è stato interrotto poiché sarebbe stata in corso la diretta testuale su Ciclismoweb. In un momento in cui c’è bisogno di trasparenza, interrompere una riunione perché era in corso una diretta web è un altro clamoroso autogol.