Quel ballottaggio non previsto dalle regole …

Sembra impossibile, ma pare che anche questa ultima assemblea non abbia rispettato le regole. Sono almeno due le presunte irregolarità anche piuttosto gravi.

La Federazione ha chiesto un’interpretazione al CONI se fosse possibile effettuare il ballottaggio tra i due candidati più votati in prima battuta. Un funzionario ha dato questa facoltà e, dopo aver chiesto il parere ai tre candidati presidente, si è deciso per cambiare la regola.

Ricordiamo che lo Statuto non prevede il ballottaggio, ma una seconda votazione con gli stessi candidati. Se nessuno, a quel punto, ottenesse il 50%+1 dei voti l’assemblea verrebbe chiusa senza un presidente e convocata nuovamente in 90 giorni.

Certo, il ballottaggio dà certamente una guida alla Federazione, ma è possibile cambiare una norma così importante solo con un parere di un funzionario del CONI ? Ovviamente no, per cambiare lo Statuto serve una votazione in assemblea o, al massimo per quelle cose previste dalla legge, l’intervento del Commissario ad Acta.

A livello normativo, poco conta che i tre candidati abbiano “accettato” perchè, ad esempio alle Comunali, non è sufficiente che i candidati si accordino sulla legge elettorale, ma per cambiarla serve ben altro.

Va detto che il ballottaggio non ha tolto a Martinello o Isetti la possibilità di diventare presidente, al massimo ha fatto si che venisse eletto Dagnoni.

Al momento non si sa se qualcuno presenterà reclamo per questa divergenza normativa anche se, probabilmente, la risposta delle istituzioni chiamate a decidere sarà quella di sempre.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow