Cipollini contro il sistema e sui social è sempre più idolo

Mario Cipollini è scatenato. Sui Social non si parla d’altro che delle sue critiche a Cassani e Di Rocco i responsabili, secondo lui, dell’attuale stato del ciclismo italiano.

Cipollini ce l’ha con l’attuale sistema ciclistico improntato certamente più alla politica di palazzo che allo sport. Qualcuno lo accusa di tirare la volata per Silvio Martinello, che salvo sorprese sarà il candidato alle prossime elezioni, a noi pare più che altro un battitore libero. Un profondo conoscitore del ciclismo che si è rotto le palle di un sistema sempre più lontano dalla gente.  

Durissimo l’attacco che Cipollini ha fatto a Davide Cassani:«Hai più sponsor sulla maglia te che gli atleti in corsa. Da commissario tecnico non hai insegnato niente, poiché non hai imparato niente. Io ho le immagini di commissari tecnici come Martini e Ballerini che al massimo sulla maglia avevano la scritta ‘Italia’. Alfredo, poi, girava sempre in giacca e cravatta».

«I corridori, per me, sono o Leoni o Pecore, tu sei pecora. L’anno scorso, al Mondiale dello Yorkshire, tu eri a 12 chilometri dall’arrivo con l’ombrellino. Io, al posto tuo, sarei stato in ammiraglia per dare il mio supporto a Trentin che è andato in crisi, schiacciato dalla pressione e tu, invece, là hai messo Marco Velo, con tutto il rispetto».

Da Cassani nessuna risposta, ma sui social i video di Cipollini già fanno tendenza. Mario, nel bene o nel male, è un personaggio vero e questo la gente lo apprezza.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow