A Franzelli 207.000 € all’anno per condurre il “Processo”

Non lo diciamo noi. Lo dice lui stesso. Marco Franzelli ha più volte ammesso di non essere un esperto di ciclismo, eppure Auro Bulbarelli, direttore di Rai Sport, lo ha messo alla conduzione del “Processo alla Tappa” trasmissione in cui ovviamente si parla di ciclismo. Non è bello da attirare con la sua sola presenza le casalinghe “disperate”, non è competente e non è neppure un nome.

Ma allora perché mai Bulbarelli ha scelto lui. L’unica spiegazione è il compenso che percepisce Franzelli, che in Rai dal 1981 e già vice direttore di RaiNews e di RaiSport. Come riporta il sito dell’emittente di Stato il giornalista percepisce un compenso annuo di oltre 207.000.

Vien da sé che tra il dargli 207.000 € per stare in redazione o 207.000 € e almeno fargli condurre qualcosa sia meglio farlo lavorare, ma la riflessione dev’essere un po’ più ampia.

Quanto è giusto che un giornalista come Franzelli percepisca qualcosa come 17.000 € al mese e che guadagni addirittura di più del suo direttore Bulbarelli ?

Questa è la Rai, peccato perché al posto di Franzelli ci sono tanti giornalisti che potrebbero collaborare solo in occasione del Giro d’Italia con la Rai, con molta più competenza e ad un costo decisamente molto, ma molto più basso.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow