Presidenza FCI: riammesso Francini che non andava neppure escluso

Mancano ormai poco meno di due settimane alle elezioni federali e, nonostante il clima vacanziero, c’è veramente grande fermento.  La notizia è sicuramente quella della riamissione di Angelo Francini nella corsa alla presidenza, ammissione scontata come testimoniano le carte. Francini ha trasmesso correttamente la sua candidatura tramite raccomandata come previsto dalle norme. La e-mail, in cui Francini non aveva allegato il proprio programma, non rientra nei mezzi di trasmissione della candidatura e pertanto è da intendersi solo come un inoltro di cortesia, facoltativo e non obbligatorio.  Che Francini andasse riammesso era scontato e bastava conoscere il regolamento per considerare valida la sua candidatura.

Insomma, ci è andata una commissione per stabilire che “dovranno essere presentate a mezzo raccomandate” è obbligatorio mentre che “e potranno essere anche anticipate a mezzo email” è facoltativo. E’ servita una commissione per applicare anche a Francini ciò che la stessa commissione elettorale aveva applicato quest’anno in 12 occasioni.

L’aspetto veramente inquietante è che sia stato costretto a presentare ricorso, a spendere 200 € per vedere riconosciuto qualcosa che in una Federazione normale sarebbe stato dovuto. Invece Francini è un contestatore, uno che ha spesso tirato le orecchie ai funzionari federali che, guarda caso, lo hanno escluso senza applicare le norme e causandogli qualche problema.

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow