Tanto tuonò che piovve

Il Presidente di un Comitato Regionale di una tra le Regioni ciclisticamente più importanti d’Italia finalmente – pur se “soltanto” a Giugno di  fine quadriennio-  si è reso conto che quanto da tempo e più volte  segnalato ai Presidenti Pagliara (CNGG) e Di Rocco (FCI) sullo “stato di salute” dei Giudici, NON è solo frutto di “paranoie”  di qualche “sparuto e cocciuto” contestatore ma trattasi di reali problematiche nella gestione della Categoria dei Giudici.

Per il rispetto della privacy  e per evitare ogni e qualsiasi strumentalizzazione “politica” non  desidero  rendere   pubblico il nome del Presidente interessato.

Del resto l’interesse più generalizzato degli “sparuti e cocciuti” è la Categoria dei Giudici e, se in questa occasione me lo permettete, è  rendere pubblica,  per chi si ostina  a non voler capire ( volutamente e per interessi personali),  la  PROVA PROVATA delle criticità  della Categoria nelle varie Regioni.

Per le stesse motivazioni non si è reso pubblico lo scambio di mail “ironiche” (….vabbé, sono buono,definiamole così)  tra un altro  importante Presidente di Comitato Regionale del Nord e lo stesso Pagliara.

Non voglio, nell’occasione, neppure dimenticarmi di  una  Regione  nella quale, nel corso degli anni, una decina di Giudici hanno dovuto “emigrare”  per poter dare sfogo alla loro ( nostra) passione senza condizionamenti  “politici” esterni alla Categoria.

O peggio hanno dovuto abbandonare!

Insomma, la  MALATTIA  esiste in diverse Regioni e qualche DIRIGENTE comincia ad avere il “coraggio” di denunciarlo!

Trascrivo, appunto qui di seguito,   uno stralcio  SIGNIFICATIVO  della  mail che il “citatoPresidente dell’importante Comitato Regionale ha inviato ai Giudici, in aspettativa dai servizi, della propria Regione:

“Cari Amici,

nel corso del 2016 i Giudici di Gara che hanno chiesto l’aspettativa sono in numero superiore a quanto  poteva essere pronosticato, in ragione di quel trend fisiologico che ogni anno vede Giudici in difficoltà per ragioni famigliari, di lavoro o di salute.

Situazione che, nella nostra Regione, ha complicato la gestione della categoria e la possibilità di rispondere razionalmente alle dovute designazioni.

La quantità dei soggetti attualmente in aspettativa è tale da far supporre che parte dei Giudici in questione abbiano scelto l’aspettativa non per disaffezione o per impedimenti oggettivi, quanto il venir meno di condizioni, attenzioni e rapporti che personalmente li hanno indotti a “tenersi fuori” in attesa di quello che potrà succedere nel prossimo quadriennio.

Provo attenzione per il Vostro eventuale disagio e rispetto per le Vostre opinioni sul come si possa gestire la FCI e, più direttamente, le Commissioni dei Giudici di Gara.” ……omissis.

Naturalmente lo scopo della lettera è addivenire ad incontri chiarificatori delle varie problematiche e non  solo su base regionale.

Insomma :  TANTO TUONO’ CHE PIOVVE , ovvero si  riscontrano  le prime  CONFERME delle difficoltà di Pagliara nel gestire, in modo indipendente, tecnico ed al di sopra delle parti           “ personali” , la Commissione Nazionale e l’intera Categoria.

PER QUANTO MI RIGUARDA  ( e farò contente diverse persone)  con questo “primo risultato”  di  presa di coscienza di qualche Dirigente,  ho deciso di interrompere le mie pubblicazioni su questo sito (che ringrazio sinceramente per lo spazio), in attesa di tempi migliori, non tanto per me quanto per i Giudici.

Per di più, poi,  in questi mesi ho avuto conferma e non ne avevo dubbio alcuno, che a buona parte degli stessi poco interessa la “dignità del ruolo”  rispetto alle designazioni  … (basta fare la valigia….)!

Analogamente  hanno, al momento ma non so per quanto ancora,  buon gioco coloro che privilegiano  il proprio “ego” a scapito dell’immagine e dello status dei Giudici di  Gara e delle loro peculiari funzioni!

Va da sé che in questa categoria non annovero  solo gli “ignari” giovani ma soprattutto  coloro che, anni or sono, predicavano bene ma che alla prima occasione hanno razzolato male.

Rispetto per costoro? Meno che zero !

Così come nutro  “rispetto zero” per coloro che,  pur di giustificare la loro acquiescenza al “potere”,  si nascondono dietro a comode  “disinformazioni” fatte circolare ad arte dal “cerchio magico”, siano esse generalizzate oppure  aventi come  bersaglio i singoli in particolare!

Per non parlare dei “silenzi” e delle “sparizioni” dalla mia vita, di  amici o pseudo tali che “prima” erano sempre a chiedere consigli, suggerimenti, aiuti, (anche “pressioni” esercitate da chi- Collega- pur incompatibilmente- rappresentava, in ……qualche gara, gli Organizzatori) e che “poi” si sono volatilizzati  (e non credo, tra i cocciuti, di essere l’unico ad aver subito simile “simpatico” trattamento!)…….

SVAPORATE …. Amicizia,  Rispetto, Collaborazione, Solidarietà, Fiducia, Stima…..!

ORBENE, con qualche Amico, quello che si è potuto fare,  si è  cercato di farlo mettendoci la faccia, il tempo, la coerenza e la sincerità!

Ed un primo spiraglio, come detto, si è aperto!

ORA e per il FUTURO,  per SPALANCARE  la porta della “stanza” dei Giudici e  far entrare aria fresca, è necessario che la parola  passi a chi si occupa di politica federale e non a chi, come me, ha sempre svolto un ruolo  tecnico ed arbitrale!

E CIO’, vedete, ad ulteriore dimostrazione che quanti dicono che il mio  “attivismo” per i Giudici  sia  dettato solo dal fatto che  sono “ in campagna elettorale e nulla di più”,  in realtà, propalando falsità. essi  fanno solo della pura e semplice disinformazione!

Concedetevi, cari ex amici,  una riflessione sul vostro operato, oserei direi più sul piano umano e personale  che tecnico, ed affrontate la  realtà che avete malauguratamente creato e di cui dovreste sinceramente vergognarvi!

Francesco Cenere ….fiducioso  nel domani  ( per la Categoria dei Giudicinon per me, sia chiaro)…..

 

1 Commento


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.ciclismo-online.it/home/wp-content/themes/jarida/comments.php on line 21
  1. portaborse da 4 soldi

    Carissimo Francesco, pensa che nel caso improbabile di una tua nomina alla carica di presidente dei giudici avresti molto più consenso dell’attuale in quanto supportato sicuramente dai tuoi amici e da quei quaqqqqquuuuaaaaraqqquaaa che oggi seguono antonio e che sicuramente cercheranno di leccare per avere ancora servizi. Che schifo di gente .ciao

Powered by Dragonballsuper Youtube Download animeshow